Giovedì, 28 Ottobre 2021
Montesilvano Montesilvano

Niente botti anche a Montesilvano, il sindaco firma l'ordinanza

Il divieto si applicherà a partire dal 29 dicembre, e fino al 6 gennaio, in tutti i luoghi pubblici del territorio comunale. Le sanzioni per i trasgressori possono arrivare anche a 500 euro. Ecco tutti i dettagli

Oltre ad appellarsi al senso di responsabilità e alla sensibilità collettiva, il sindaco Ottavio De Martinis ha firmato l'ordinanza che vieta lo scoppio di petardi, mortaretti e artifici similari di ogni tipo. E così, dopo Pescara, anche Montesilvano ha deciso di sposare questo orientamento.

A partire da domani, domenica 29 dicembre, e fino al 6 gennaio, non sarà consentito l'utilizzo dei botti esplosivi nei luoghi pubblici. Chi non rispetterà il divieto è punibile con sanzioni amministrative che vanno da 25 a 500 euro. Con questa decisione consapevole si tutelano le persone fragili dal punto di vista emotivo e gli animali che per natura vengono particolarmente spaventati dagli spari.

“Botti, petardi e fuochi d’artificio – spiega il sindaco Ottavio De Martinis – sono anche la causa di ferimenti e traumi delle persone, Usiamo sempre tutte le accortezze per divertirci in sicurezza e con la massima attenzione, soprattutto verso i bambini e i soggetti deboli. Anche se in difficoltà di organico abbiamo, in accordo con il comando della polizia locale, predisposto su tutta la città una adeguata sorveglianza”.

Si unisce all'appello anche il consigliere comunale Giuseppe Manganiello, che raccomanda buon senso:

"Chiediamo a tutti i cittadini di fare la loro parte affinché la festa possa svolgersi all’insegna della sicurezza, Il cane, come anche altri animali, ha un udito molto più sensibile del nostro, quindi si può spaventare moto facilmente, ferirsi o scappare. I controlli su comportamenti irresponsabili, fonte di pericolo e di danno a terzi, saranno effettuati come sempre”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente botti anche a Montesilvano, il sindaco firma l'ordinanza

IlPescara è in caricamento