menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

Ha destato non poco scalpore la decisione dell'Infinity Cafè che, su un volantino rivolto ai suoi clienti, scrive: "Il caffè non può essere un bicchiere di cartone bevuto di fretta per strada. Non si può lavorare a queste condizioni"

"Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": con questa motivazione un bar di via Lazio, a Montesilvano, ha annunciato che preferisce chiudere temporaneamente i battenti anziché usufruire del servizio di asporto che è l'unica cosa autorizzata dalla zona rossa. L'esercizio si chiama "Infinity Cafè" e questa sua decisione ha destato non poco scalpore.

A dare visibilità a tale iniziativa sono i componenti del mercato di via Lucania, che stamattina hanno trovato questa amara sorpresa su un volantino affisso alla porta del locale. Tra le varie cose, l'Infinity Cafè scrive rivolgendosi ai suoi clienti:

"Il caffè è una pausa e un momento di svago. Il caffè non può essere un bicchiere di cartone bevuto di fretta per strada. Ci hanno tolto il calore della ceramica. Non si può lavorare a queste condizioni".

Luca, Silvia, Adelaide, Gianluca, Antonella e Matteo ci fanno sapere che "noi venditori ambulanti e contadini siamo dispiaciuti e gli siamo vicini con il cuore. Un caloroso abbraccio e vi aspettiamo presto e più forti di prima".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento