Montesilvano

Montesilvano diventa "Città autism friendly": firmato protocollo fra il Comune e Angsa

La firma, spiega l'amministrazione comunale, arriva in concomitanza con la Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo del 2 aprile

Montesilvano diventa una città "Autism friendly" grazie alla firma del protocollo d'intesa fra il Comune e l'Angsa Abruzzo (Associazione genitori persone con autismo). Lo ha reso noto l'amministrazione comunale, aggiungendo che l'intesa arriva in concomitanza con la Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo, in programma oggi 2 aprile.

Il sindaco De Martinis ha evidenziato come da sempre la città di Montesilvano è sensibile ai temi delle disabilità:

L’obiettivo di Autism friendly è quello di formare una rete tra gli enti pubblici, le imprese e le associazioni del territorio in grado di avere consapevolezza sull’autismo, offrendo l’opportunità di investire anche sulla formazione dei nostri dipendenti. In seguito verrà garantito dall’Angsa un set minimo di modalità e condizioni adatte all’accoglienza di persone autistiche, diventando ufficialmente ente pubblico “Autism Friendly”.

L’associazione partirà con la formazione del personale comunale, poi dei balneatori, insieme all’Ufficio DisAbili, e in seguito proporremo di aderire anche alla categoria degli albergatori, così come ai supermercati, alle varie attività commerciali e artigianali del territorio e agli uffici postali. Infine le persone autistiche che si recheranno, con un accompagnatore, nei vari uffici comunali grazie all’adesivo “Autism Friendly” eviteranno di fare le file

L'assessore Santavenere evidenzia l'importanza di questo protocollo, un atto d'amore verso le famiglie con persone affette da autismo in città, e anche verso i turisti con familiari in questa condizione, per accogliere e garantire azioni di aiuto e supporto a queste persone e ai loro cari:

Inoltre l’ente si impegna a diffondere la cultura dell’Autismo attraverso il coinvolgimento delle associazioni di categoria, degli esercizi commerciali e degli uffici pubblici e privati presenti sul territorio e a partecipare ai percorsi formativi, a titolo gratuito, organizzati e gestiti dall’Angsa Abruzzo.

L’associazione fornirà ai dipendenti comunali e a tutti coloro che aderiranno al progetto una base di conoscenza sui comportamenti delle persone autistiche e, su queste consapevolezze, il Comune metterà in campo strategie per creare opportunità utili a facilitare l’integrazione sociale

La presidente Angsa Portinari spiega che il progetto si articolerà in quattro fasi, con la creazione di una rete di enti pubblici e privati e la realizzazione di un percorso formativo in spazi messi a disposizione dall'ente:

Una terza fase prevede, alla fine del percorso formativo, la consegna di un kit composto dal logo Autism Friendly Abruzzo da esporre all’entrata degli uffici e dentro le varie attività e un vademecum informativo sui comportamenti corretti da seguire in caso di accoglienza di un soggetto autistico).

L’adesivo servirà ad essere riconoscibili come testimonianza di un’accoglienza consapevole e “preparata”. Infine, una quarta fase prevede la creazione di una mappa speciale della città di Montesilvano, che evidenzi e identifichi gli esercizi dove è possibile garantire un set minimo di modalità e condizioni favorevoli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano diventa "Città autism friendly": firmato protocollo fra il Comune e Angsa

IlPescara è in caricamento