rotate-mobile
Montesilvano Montesilvano

A Montesilvano scarseggia l'acqua potabile, l'appello del vice sindaco: "Moderate l'uso"

In città emerge adesso un problema legato all'approvvigionamento idrico. Parla Paolo Cilli. Intanto sono sempre di più le persone che si rivolgono al Centro operativo comunale per richieste di aiuto e di assistenza

A Montesilvano emerge adesso un problema legato all'acqua potabile: consumi eccessivi che riducono le risorse idriche, già di per sé ridotte. E così il vice sindaco e assessore alla Protezione civile, Paolo Cilli, ha lanciato un appello a tutta la cittadinanza:

“In questo momento di grande difficoltà – spiega Cilli – a livello nazionale è stato registrato un incremento dell’utilizzo dell’acqua potabile: con un inverno in cui si sono verificati scarsi fenomeni piovosi cerchiamo di utilizzare l’acqua con parsimonia, limitatamente agli usi igienici e potabili, evitiamo così di lavare l’auto e di inaffiare giardini per non creeare altre criticità in un momento già difficile”.

Intanto cresce di giorno in giorno l'attività del Coc (centro operativo comunale), al cui numero telefonico sono arrivate oltre 30 chiamate nella sola giornata di ieri, 16 marzo, per richieste di aiuto. Qualcuna in più rispetto alla media giornaliera di questa prima settimana di emergenza. Si tratta per lo più di persone che, per ragioni di salute o di difficoltà economiche, hanno l'esigenza di essere assistiti per la consegna di generi alimentari, farmaci e altri tipi di informazioni generali.

Ciò che preoccupa, invece, è la crescita costante delle chiamate al servizio di sostegno psicologico. Molte persone che vivono sole sono colpite da attacchi di panico. Le telefonate provengono anche da fuori città. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Montesilvano scarseggia l'acqua potabile, l'appello del vice sindaco: "Moderate l'uso"

IlPescara è in caricamento