menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ultimatum del Comune di Montesilvano per i lavori in via Strasburgo

Dopo le proteste e l'inizio dello sciopero della fame da parte di due commercianti di via Strasburgo, il Comune di Montesilvano, con l'ass. Di Giacomo, ha fatto sapere di aver inviato un ultimatum di 48 ore alla ditta D'Andrea che dovrà realizzare i lavori

Buone notizie, almeno per ora, riguardo i lavori in via Strasburgo a Montesilvano. Il Comune infatti, con l'assessore Di Giacomo, ha fatto sapere ieri durante una conferenza stampa che l'amministrazione è dalla parte dei commercianti, ed ha inviato una lettera con un ultimatum ufficiale alla ditta D'Andrea.

Lo sciopero della fame quindi di Antonio Ciuffi ed Antonio Gaspari, ormai da due giorni senza cibo e con un cappio al collo in segno di protesta, potrebbe finire presto.

Entro quarant'otto ore, ovvero entro le ore 12 del 3 settembre, le ruspe dovranno avviare i lavori di completamento di via Strasburgo, altrimenti il Comune è pronto ad una diffida.

"I lavori erano pronti per essere iniziati già il 15 luglio, ma complice una sagra che in quel periodo si è tenuta in quell'area, è stato tutto rimandato, con l'approvazione anche di alcuni cittadini. Per quanto riguarda lo sciopero della fame ed il cappio al collo, sono azioni strumentali e diseducative" ha commentato Di Giacomo.

Gli scioperanti hanno fatto sapere che continueranno il digiuno fino a quando le ruspe non saranno operative.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento