rotate-mobile
Cronaca Montesilvano

Montesilvano: tenta il suicidio con i medicinali in un hotel, salvata dai carabinieri

Una donna sposata di 43 anni, in preda allo sconforto, ha tentato di togliersi la vita. È l'ennesimo caso di suicidio sventato dai Carabinieri di Montesilvano. Un chiaro e preoccupante segnale di disagio sociale

La depressione, il lacerante e oscuro male che lacera i sentimenti e offusca la ragione, stava per mietere una nuova vittima incapace di affrontare i problemi e le vicissitudini negative con freddezza e lucidità. Una donna sposata di 43 anni di Montesilvano, in preda allo sconforto, ha tentato di togliersi la vita. È l'ennesimo caso di suicidio sventato dai Carabinieri. Un chiaro e preoccupante segnale di disagio sociale. Forse a causa di una lite o di una delusione, la giovane moglie si è allontanata da casa senza lasciare traccia. Immaginando il peggio, il marito della donna scomparsa si è recato in caserma per denunciare l'accaduto.

DETENUTO SI IMPICCA IN CARCERE

Le ricerche, avviate dai militari coordinati dal tenente Agostinelli, portano subito ad un hotel della città dove la donna ha trascorso la notte. È stata un'inserviente della struttura alberghiera a lanciare l'allarme dopo aver udito dei lamenti che provenivano dalla stanza occupata dalla signora. Una volta fatta irruzione, i soccorritori l'hanno trovata in preda agli spasmi, in uno stato di semi incoscienza provocato dall'assunzione di farmaci. Ricoverata in ospedale e sottoposta a cure mediche, è stata successivamente dimessa dopo essersi accertati dello scampato pericolo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano: tenta il suicidio con i medicinali in un hotel, salvata dai carabinieri

IlPescara è in caricamento