Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Montesilvano, sequestro ai rom: case, auto e moto per 1,8 milioni di euro

A distanza di pochi giorni dall'ultimo sequestro avvenuto a Pescara, nuova operazione delle Forze dell'Ordine pescaresi nei confronti di alcune famiglie rom. Sequestrate 3 unità immobiliari, 8 auto e 3 motocicli

Nuovo sequestro a carico di alcuni componenti di famiglie rom del pescarese.

Dopo l'operazione di una settimana fa, quando le Forze dell'Ordine, in particolare Polizia e Guardia di Finanza, eseguirono il sequestro anticipato di beni della famiglia Bevilacqua per un valore di 1,5 milioni di euro, questa mattina c'è stato un nuovo sequestro.

Questa volta, agenti e militari dei Carabinieri di Montesilvano, della Questura di Pescara, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale, hanno proceduto al sequestro di 3 unità immobiliari, ubicate in via Mincio a Montesilvano, in via Stradonetto angolo via Raiale e in via Tevere.

Sequestrate anche 8 autovetture e 3 motoveicoli. I beni erano di proprietà della famiglia Spinelli di Montesilvano, molto conosciuta dalle Forze dell'Ordine, in particolare dai Carabinieri, in quanto dedita allo spaccio e traffico di stupefacenti. I membri della famiglia, infatti, furono coinvolti nell'Operazione Domino dei militari di Montesilvano, riguardante proprio lo spaccio di stupefacenti.

Notificate anche 11 sorveglianze speciali a carico di altrettante persone. La maggior parte di loro erano nullatenenti o sconosciute al fisco, mentre altri erano registrati come agenti pubblicitari o addetti alla custodia di cavalli, dichiarando redditi esigui che non permettono di giustificare l'alto tenore di vita della famiglia.

Proprio dai Carabinieri di Montesilvano, guidati dal capitano Marinelli, è partita l'indagine, che poi è stata coordinata anche dalla Questura e dalla Finanza. Il Corpo Forestale, invece, è stato chiamato in causa per eseguire ispezioni in un maneggio di proprietà della famiglia Spinelli, dove sono state verificate le condizioni sanitarie ed igieniche in cui erano tenuti diversi cavalli, assieme ai veterinari ed agli addetti della Asl. Il maneggio, fra l'altro, è ubicato su un terreno di proprietà comunale, e quindi è abusivo. Ora il caso verrà segnalato alla Procura e al Comune. Non sono stati riscontrati casi di maltrattamenti. Alcuni componenti della famiglia in passato furono denunciati per un giro di corse e scommesse clandestine.

Dal 2007 ad oggi sono stati sequestati beni per un totale di 18 milioni di euro. La recente normativa antimafia introdotta nel Codice Penale ha ulteriormente ridotto i tempi per arrivare alla confisca definitiva, con tempi medi di 2 anni. Per alcuni sequestri, ha aggiunto il Capitano Marinelli, la confisca dovrebbe arrivare entro pochi mesi.

IL VIDEO DEL SEQUESTRO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano, sequestro ai rom: case, auto e moto per 1,8 milioni di euro

IlPescara è in caricamento