menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano: sciopero della fame in via Strasburgo per i lavori

Riparte la protesta dei commercianti in via Strasburgo per i mancati lavori di completamento della strada. Due commercianti, Antonio Gaspari ed Antonio Ciuffi, hanno iniziato uno sciopero della fame con tanto di gazebo allestito in strada. "Ci hanno preso in giro"

A Montesilvano, dopo le attese e le promesse svanite, riparte la protesta dei commercianti in via Strasburgo.

Tornano a farsi sentire, infatti, le voci di protesta per i mancati lavori di completamento della strada, che allo stato attuale è incompleta. Inoltre, la denuncia arriva anche dai residenti riguardo il degrado e la scarsa illuminazione notturna, che potrebbe favorire la criminalità.

Ieri mattina, due commercianti, Antonio Gaspari ed Antonio Ciuffi, titolari di una lavanderia e di una panetteria, hanno iniziato uno sciopero della fame che promettono durerà finchè le ruspe non arriveranno per avviare i lavori.

Oltre all'estrema forma di protesta, i due hanno anche installato un gazebo con dei cartelli e striscioni per ricordare all'amministazione comunale la promessa mai mantenuta.

"Ci sentiamo presi in giro. Il sindaco e l'amministrazione ci avevano garantito la fine dei lavori entro luglio; siamo a settembre e non si è vista una ruspa. La zona vive nell'abbandono totale. Nessuno passa di qui, visto che la strada è incompleta. Gli affari vanno molto male, ci hanno parzialmente aiutato i poveri terremotati costretti a vivere a Montesilvano forzatamente" dichiarano i due commercianti.

Oggi intanto ci sarà una conferenza stampa presso il Comune di Montesilvano che riguarderà proprio la questione dei lavori in via Strasburgo.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento