menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesilvano, morte Donato Pangiarella: la perizia non svela le cause

Probabilmente resterà un mistero la causa e soprattutto la dinamica della morte di Donato Pangiarella, pensionato di 74 anni di Spoltore trovato morto dentro l'ascensore di un palazzo a Montesilvano.

Non è possibile risalire alle cause precise ma soprattutto alla dinamica dei fatti che hanno portato alla morte di Donato Pangiarella, 74 anni, pensionato ed ex dirigente di una squadra di calcio, trovato senza vita il 6 settembre 2014 all'interno dell'ascensore di un palazzo di via Cerrano a Montesilvano.

Il perito nominato dal Gup fondamentalmente ha ricostruito i passi clinici che hanno portato alla morte dell'uomo, ma non si è espresso in merito alla possibilità che cause esterne abbiano potuto portare all'ischemia fatale all'anziano.

Per la morte di Piangiarella è finita sotto accusa una nigeriana di 34 anni, Happy Ayegbeni, residente nel palazzo e che Piangiarella aveva conosciuto poco prima in strada. L'anziano si era offerto di portare su la spesa e l'acqua alla donna, ed una volta sul pianerottolo l'uomo è morto.
Secondo la difesa, l'anziano è deceduto per un malore cardiaco dovuto allo sforzo nel portare l'acqua fino al pianerottolo della nigeriana, e le tracce di sangue trovate addosso alla donna ed al 74enne sarebbero riconducibili alla caduta seguita al malore. Ma il perito dell'accusa sostiene che fra i due c'è stata una colluttazione, in particolare Piangiarella sarebbe stato spinto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento