rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Montesilvano

Montesilvano, disagi per il nuovo sistema di gestione della refezione scolastica

Problemi per i genitori degli alunni di Montesilvano per la gestione della refezione scolastica, con il nuovo sistema informatizzato entrato in uso da poche settimane. Il PD: "Costi aumentano, servizi peggiorano"

Problemi a Montesilvano per la gestione del servizio di refezione scolasticxa con il nuovo sistema informatizzato. La denuncia arriva direttamente dal PD che, con i consiglieri comunali d'opposizione, attaccano la giunta Maragno.

"E’ del tutto palese che alla solerzia con la quale ci si è approcciati nel far lievitare i costi del servizio non corrisponde altrettanta prontezza nel mettere a sistema un servizio informatizzato nei tempi che sia all’altezza delle aspettative, in virtù soprattutto degli aumenti oltremodo raddoppiati. Secondo quanto previsto sulla carta dal nuovo sistema, le presenze giornaliere vengono registrate on line mediante tablet utilizzati dagli operatori scolastici. Solo che stamane, una coda di genitori ha dovuto attendere la verifica dell’idoneità dei propri figli davanti a operatori scolastici, che, in diversi casi sprovvisti anche dei necessari supporti elettronici, con estremo impegno cercavano di cimentarsi in un nuovo compito; con il triste epilogo che molti genitori, che hanno presentato nei tempi la domanda saranno costretti a riportare a casa i propri figli in quanto non risultano negli elenchi, il cui aggiornamento è in divenire." dichiarano i consiglieri, aggiungendo che ci sono stati problemi anche per la ricezione del codice PAN per effettuare le ricariche dei pasti nei punti vendita abilitati.

"Ai costi lievitati dei pasti si sommano anche le spese di commissione: del 2,5% di quanto versato (un euro per le somme fino a 40 euro, cioè di una sparuta minoranza). Informazioni che gli stessi operatori del front-office comunale non hanno potuto comunicare alle tante famiglie che nelle settimane precedenti vi si sono rivolte, in quanto la circolare relativa alle specifiche di informatizzazione del servizio è datata solo al 30 settembre, come dire prima diciamo ‘ni’ e poi si vede. Non a caso la validità dei buoni cartacei inizialmente è passata come valida per il primo mese di erogazione e ora rimborsabile presso lo sportello dell’ufficio di P.I., tassativamente entro e non oltre il 9 ottobre, come accredito successivo sul proprio conto, con un limite di rimborso non specificato nella circolare (chi ha più blocchetti se li piange!)" proseguono i consiglieri, che parlano di incapacità da parte dell'amministrazione comunale nella gestione della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano, disagi per il nuovo sistema di gestione della refezione scolastica

IlPescara è in caricamento