rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Montesilvano

Montesilvano: blitz notturno di #RiprendiamociMontesilvano contro i profughi ed il CAS

Protesta del comitato cittadino con volantini e manifesti affissi davanti al Comune, davanti agli Sprar e dei due CAS. "Più attenzione per gli italiani in difficoltà, basta soldi per gli immigrati"

Stop ai CAS e Sprar a Montesilvano, più attenzione e più fondi per gli italiani in difficoltà. Protesta notturna da parte del comitato #RiprendiamociMontesilvano, che ha affisso una trentina di manifesti per chiedere la chiusura dei centri di accoglienza nella città e lo stanziamento di fondi da destinare ai cittadini italiani delle fasce deboli.

"Dall’inizio del progetto ‘Sprar’, che peserà sulle nostre tasche per circa 2 milioni di euro, decine e decine di profughi hanno trovato dignitosa accoglienza in strutture private cittadine. Tuttavia, pur comprendendo le difficoltà relative ad un bilancio sempre più magro ed a stanziamenti per il sociale sempre più ridotti all’osso, risulta altrettanto evidente che le misure nazionali e locali non saranno sufficienti a soddisfare i bisogni di moltissimi montesilvanesi che non rientrano nei programmi di sostegno.

Nessuna pietà per gli immigrati che contribuiscono al degrado urbano, deprimendo commercio e turismo; meno buonismo verso gli immigrati che non fuggono da guerre; massima stima per gli stranieri ben integrati nel nostro paese; totale attenzione verso i figli della Patria!"

Il 14 gennaio è confermata una manifestazione di protesta lungo la riviera per chiedere nuovi interventi anti degrado, antibivacco e contro lo spaccio di stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano: blitz notturno di #RiprendiamociMontesilvano contro i profughi ed il CAS

IlPescara è in caricamento