Cronaca

Montesilvano, 13 arresti: dai clienti ai "fornitori", sgominati clan di spacciatori

Un'attività investigativa iniziata dal basso, ovvero dai clienti e tossicodipendenti per arrivare alla rete di spacciatori che li riforniva. In manette 13 persone, la base di spaccio fra le case popolari di via Rimini

Sgominate dai carabinieri diverse bande di spacciatori che operavano a Montesilvano e lungo la costa pescarese. Questa mattina, con l'ausilio delle unità cinofile e dell'elicottero assieme a 70 uomini, è scattata l'operazione "Selva Oscura" dei carabinieri di Montesilvano e del comando provinciale di Pescara.

In manette 13 persone, 10 di nazionalità italiana 2 albanesi ed un macedone. Fra gli arrestati, anche 5 donne. Otto persone sono finite in carcere mentre per 5 persone sono scattati i domiciliari, fra cui anche alcune neo mamme di etnia rom. La base di spaccio era quasi sempre la zona di via Rimini, dove si trovano le case popolari a Montesilvano. L'indagine è partita nel marzo 2017 seguendo i movimenti ed interrogando diversi assuntori e tossicodipendenti che si rifornivano quotidianamente presso gli spacciatori.

OPERAZIONE PUSHER: ARRESTI E SEQUESTRI IN TUTTA ITALIA

Piccole dose, acquistate per poche decine di euro e pagate o in contanti o addirittura in alcuni casi anche con piccole ricariche postepay come nel caso di un ragazzo, consumatore di droga, i cui genitori si sono rivolti all'Arma dopo aver dovuto pagare un debito di 500 euro accumulato dal figlio per dosi non pagate. Grazie alle intercettazioni telefoniche, nonostante i criminali usassero un linguaggio in codice, i carabinieri hanno ricostruito tutta la rete di spaccio, facendo scattare questa mattina le manette. Per tutti l'accusa è detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, ma i due albanesi sono accusati anche di estorsione in quanto spesso hanno minacciato e malmenato in pubblico i clienti che non pagavano pretendendo spesso le somme con gli interessi. I due fra l'altro sono considerati anche i "fornitori" degli altri spacciatori, per lo più pregiudicati della zona e persone di etnia rom.

Gli arrestati sono: Marco Saraniti 33enne; Giovina Spinelli 22enne; Pasqualina Spinelli 24enne; Serafina Morelli 26enne ;Marlon Castorani 27enne; Giuliano Spinelli 31enne; Samantha Filippone 30enne; Pietro Controguerra  26enne; Bekri Osmani 33enne; Daniel Spinelli 27enne; Concetta Russi 41enne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesilvano, 13 arresti: dai clienti ai "fornitori", sgominati clan di spacciatori

IlPescara è in caricamento