Molestie sessuali nel convitto ad Alanno: condannato il custode

L'uomo, accusato di molestie nei confronti di alcuni ragazzi ospiti del convitto dell'istituto Agrario, è stato condannato a tre anni e dieci mesi di carcere

È stato condannato a 3 anni e 10 mesi di reclusione Dante Di Serio, il custode del convitto di Alanno accusato di violenza sessuale nei confronti di cinque studenti ospiti della struttura collegata all'istituto agrario, tutti minorenni all'epoca dei fatti. Il tribunale collegiale ha inflitto la condanna con l'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

L'uomo dovrà anche pagare 10 mila euro a testa come risarcimento ai due ragazzi molestati che denunciarono per primi l'accaduto raccontando gli episodi alla dirigenza scolastica che si rivolse poi ai carabinieri, i quali fecero scattare le indagini anche con delle telecamere nascoste nel convitto. L'imputato era presente in aula al momento della lettura della sentenza.

I fatti risalgono al periodo fra il febbraio ed il marzo 2018. L'uomo avrebbe più volte attirato i ragazzi nella sua stanza dove con una scusa li avrebbe palpeggiati, baciati sul collo, fino a denudarsi toccandosi le parti intime e mostrando loro i genitali. Uno dei ragazzi, quando una volta si sentì male, fu accompagnato dal custode in bagno dove tentò un approccio sessuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento