Operato il migrante accoltellato alla gola e gettato in un fosso, ecco come sta

L'uomo, laureato in filosofia, svolge servizio civile nella Valle Peligna e viene descritto dagli attivisti della zona come "una persona mite e impegnata". È stato sottoposto a un intervento chirurgico alla faringe

Sadio Camara

Sadio Camara, il migrante senegalese di 27 anni trasportato all'ospedale di Pescara dopo essere stato accoltellato alla gola e gettato in un fosso a Pettorano sul Gizio, si trova attualmente ricoverato nel reparto di Chirurgia, dove è stato sottoposto a una operazione alla faringe.Sulla questione è intervenuto Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista - Sinistra Europea:

"Sadio solo per miracolo non è morto - ha detto l'ex onorevole - I due aggressori gli hanno detto "ti insegniamo a campare". Sembra una vicenda da sud degli Stati Uniti di altri tempi, una scena tratta da un film sul Ku Klux Klan. Impossibile non ricordare che a Sulmona nel giugno 2018 ci fu un'irruzione in un centro di accoglienza con l'accoltellamento di un richiedente asilo. Auspichiamo che gli inquirenti individuino al più presto i due criminali".

Acerbo ritiene che il clima di odio a sfondo razzista stia ormai diventando intollerabile:

"Da quel che si legge ci sembra di constatare una tendenza della polizia a minimizzare o escludere il movente razzista che però non è suffragata da fatti emersi nè dal racconto del ragazzo. Non si vuole irritare il ministro degli interni? Ritengo doveroso parlare chiaro: conosciamo i responsabili politici e morali del clima di xenofobia e razzismo che sta avvelenando il Paese. Si chiamano Salvini e Meloni con l'incessante propaganda su cui stanno costruendo cinicamente il successo elettorale dei loro partiti". 

Il segretario di Rifondazione Comunista conclude:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il clima che legittima e fomenta questo genere di violenze è stato creato da alcune forze politiche e da alcuni media e giornali che ne condividono e amplificano la propaganda. Basta barbarie!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo l'asse attrezzato, auto si ribalta e prende fuoco: tamponamento tra altre 4, ferite 6 persone [FOTO]

  • Gechi in casa: cosa fare e perché segnalarli al Wwf Abruzzo

  • Bambina di 6 anni con il nervo ottico infiammato ha bisogno urgente di una risonanza, ma manca il saturimetro amagnetico

  • Omicidio Jennifer Sterlecchini: annullata la condanna a 30 anni di carcere per Davide Troilo

  • Buoni fruttiferi postali prescritti, donna di Pescara recupera 8 mila euro: la decisione dell'arbitro bancario finanziario

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento