rotate-mobile
Cronaca

Caso mense, nuovi sopralluoghi dei Nas nei centri cottura

Le ispezioni erano finalizzate a eseguire ulteriori accertamenti e campionamenti. Quattro gli indagati. E stamane negli uffici del procuratore capo, Massimiliano Serpi, si è tenuto un vertice

Nuovi sopralluoghi nei centri cottura che servono le mense scolastiche di Pescara da parte di Asl, Carabinieri del Nas e tecnici dell'Istituto Zooprofilattico, nell'ambito delle indagini sulla vicenda degli oltre 200 bambini, iscritti in numerose scuole della città, finiti in ospedale con sintomi gastroenterici provocati dal batterio Campylobacter.

Le ispezioni erano finalizzate a eseguire ulteriori accertamenti e campionamenti. Intanto i Nas, su delega della Procura di Pescara che coordina le indagini, stanno continuando a sentire i genitori dei bimbi, mentre i laboratori dell'ospedale stanno ripetendo le coprocolture sui campioni nuovamente prelevati sui bimbi.

Quattro gli indagati nell'ambito dell'inchiesta della Procura: sono tutti rappresentanti delle due ditte che, in Ati, gestiscono il servizio di refezione scolastica. I reati ipotizzati sono adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari, commercio di sostanze alimentari nocive, di natura colposa, e lesioni colpose.

E stamane negli uffici del procuratore capo, Massimiliano Serpi, si è tenuto un vertice cui hanno partecipato anche il procuratore aggiunto Anna Rita Mantini, il pm Anna Benigni e i rappresentanti di Asl, Istituto Zooprofilattico e Carabinieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso mense, nuovi sopralluoghi dei Nas nei centri cottura

IlPescara è in caricamento