rotate-mobile
Cronaca

Matrimoni omosessuali: Alessandrini, "Sì alle trascrizioni"

Anche il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, dice la sua dopo la circolare del Ministro dell'Interno, Algelino Alfano: "Sono favorevole alla trascrizione di detti atti"

Anche il primo cittadino di Pescara, Marco Alessandrini, dice la sua dopo che il Ministro dell'Interno, Algelino Alfano, ha inviato una circolare con cui si obbligano i sindaci a cancellare le trascrizioni dei matrimoni omosessuali contratti all'estero.

In Abruzzo hanno già preso posizione al riguardo il sindaco di Bellante, Mario Di Pietro, che ha annunciato che "disobbedirà" a questa disposizione, e il suo collega di Chieti Umberto Di Primio, che invece ha condiviso appieno il provvedimento di Alfano sottolineando che "ha fatto bene".

Nella nostra città si parla da tempo di un registro delle coppie di fatto, ma non si è ancora data attuazione all'ufficio anagrafe di predisporre un documento e una procedura dove le persone dello stesso sesso possano godere dei medesimi diritti civili. Alessandrini ha comunque fatto sapere che non rispetterà la disposizione del Ministero.

"Sono favorevole alla trascrizione di detti atti - così il sindaco - perché è la legge a prevedere espressamente che l'Ufficiale di Stato Civile debba trascrivere il matrimonio celebrato all'estero, salvo che esso sia contrario all'ordine pubblico. E sono peraltro consapevole che debba essere il Parlamento a regolamentare in materia di matrimoni omosessuali, come ci si avvia a fare. Da parte nostra, stiamo lavorando all'istituzione di un registro comunale per le coppie di fatto, per andare nella direzione di una tutela dei diritti di cui c'è un gran bisogno a Pescara e nel Paese”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimoni omosessuali: Alessandrini, "Sì alle trascrizioni"

IlPescara è in caricamento