Cronaca

Mario Ferri scrive una lettera dal carcere: "Lo Stato è ingiusto"

Mario Ferri detto "Il Falco", continua a far parlare di sè anche dietro le sbarre. Nei giorni scorsi ha inviato una lettera al quotidiano "Il Centro", nella quale si sfoga e promette: "Tornerò"

Mario Ferri, l'invasore di campo più famoso al mondo, non sia arrende nemmeno dietro le sbarre e promette di "tornare a volare".

Ferri, infatti, che si trova nel carcere di Civitavecchia, nei giorni scorsi ha scritto una lettera al quotidiano "Il Centro", pubblicata ieri, nella quale ha raccontato la sua esperienza in carcere ed ha attaccato lo Stato, che, a suo giudizio, non usa mai il metro di giudizio corretto.

"Il Falco" racconta che è stato rinchiuso in una cella dove i sanitari sono rotti e maleodoranti, dividendola con un 60enne che ha picchiato moglie e figli il giorno di Natale e con un tunisino che diverse volte ha tentato il suicidio.

"Ce l'hanno con me perché sono di Pescara, ma ci sono quelli della Roma che mi difendono." scrive Ferri, che promette di voler combattere gli abusi della giustizia una volta uscito dal carcere.

ARRESTATO A FIUMICINO MARIO FERRI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mario Ferri scrive una lettera dal carcere: "Lo Stato è ingiusto"

IlPescara è in caricamento