rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Alessandrini: “Decolla il progetto sugli orti urbani”

Il Comune metterà a disposizione aree non utilizzate affinchè possano essere realizzati orti, giardini e spazi verdi. Il sindaco: "Azione trasversale per riportare i cittadini al centro delle scelte pubbliche"

“Partecipazione civica, sociale e decoro urbano si sommano nel progetto approvato qualche giorno fa in giunta sugli orti urbani. Si tratta di una progettazione che avvia una prima concreta esperienza pubblica relativa a questa strategica forma di azione amministrativa su cui abbiamo deciso di puntare per il futuro, assicurando ascolto e operatività alla creatività e alla competenza delle forze anche associative della cittadinanza. L'obiettivo che ci consente di fare il primo passo rientra nel Programma Europa per i Cittadini 2014/2020 ed è portatore di un partnerariato di qualità attraverso il Progetto RISE, che collega la realtà pescarese a quella transnazionale ed europea”.

Lo ha dichiarato il neo sindaco di Pescara, Marco Alessandrini. Il Comune metterà a disposizione aree non utilizzate affinchè possano essere realizzati orti, giardini e spazi verdi. Nasceranno luoghi che diverranno aggregatori sociali per cittadini di ogni età e nazionalità, affidati a essi e collegati grazie anche all'organizzazione di eventi capaci di diffonderne spirito e significato. Un'esperienza condivisa che diverrà un ebook perché possa essere anche replicata fuori dai confini abruzzesi e nazionali, una somma di buone pratiche che porteremo all'Expò 2015, perché perfettamente in linea con l'argomento principe dell'Esposizione Universale, ovvero creare impegno per chi non ha risorse per la vita.

Capofila della cordata, che mette insieme associazioni ed Enti anche di Polonia, Grecia, Croazia e Repubblica Ceca, è l'Associazione Domenico Allegrino Onlus.

Ognuno dei Paesi partecipanti farà la sua parte creando una linea di azione similare. Gli orti che nasceranno fra partner saranno collegati non solo da uno stesso modello, bensì da eventi e iniziative strutturati per animarli: nei fatti nasce una rete, la prima di questo genere, destinata a diventare un esperimento inedito e innovativo.

"Ci preme creare - ha detto Alessandrini - nuovi spazi e nuove occasioni per socializzare e attraverso cui far passare un nuovo modo di agire dell'Amministrazione, non solo mirato ad un settore, ma trasversale, capace quindi di abbracciare più dimensioni urbane sensibili. Attraverso gli orti sarà infatti possibile agire in nome dell'integrazione sociale, ma inoltre sperimentare innovative forme di sviluppo urbano condiviso, di agricoltura urbana a km zero, promuovere attività di volontariato e trasformare gli orti anche in didattica alimentando sinergie con gli istituti scolastici cittadini".

Il progetto decollerà entro un anno, ammonta a 185.000 euro complessivi, divisi fra vari soggetti partecipanti e avrà come traguardo riepilogativo dei risultati raggiunti un evento a cui il Comune vuole presentarsi con iniziative che mettano insieme esperienza e buoni esempi di coinvolgimento della comunità cittadina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandrini: “Decolla il progetto sugli orti urbani”

IlPescara è in caricamento