Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Manoppello: coca party e traffico di droga con la Campania: nove arresti

Coca party organizzati ogni settimana in una casa di Manoppello, e ancora spaccio di cocaina nei locali della costa del pescarese. In manette nove persone, fra cui cinque donne. Altre sette destinatarie di misure cautelari

I Carabinieri di Popoli hanno arrestato nove persone ed eseguito altre sette misure cautelari nell'ambito dell'operazione "White Party", riguardante un fiorente traffico e spaccio di cocaina fra l'hinterland pescarese, il chietino e la Campania.

I militari, dopo cinque mesi d'indagine, hanno infatti scoperto che una coppia di Manoppello, N.L. e C.S., organizzava dei veri e propri festini a base di cocaina nella propria abitazione di Manoppello, dove invitavano diverse persone, fra amici e conoscenti, tutti consumatori di cocaina. A questi festini partecipava anche un'altra coppia, che  si occupava di fornire la droga e di consumarla. Si tratta di M.S residente a Pianella e M.M anch'egli residente a Pianella. La coppia poi si avvaleva della collaborazione di un altro uomo, D.M, residente a Chieti, che svolgeva anche il ruolo di intermediario con alcuni spacciatori del pescarese e dell'area metropolitana.

La droga arrivava anche dalla Campania, tramite due uomini che si fermano presso il casello di Villanova, dove avveniva di solito lo scambio. La donna spesso arrivava con un'auto diversa da quella del marito, per controllare che non ci fosse l'eventuale presenza di carabinieri o forze dell'ordine sul posto. La droga veniva pagata 60 euro al grammo e rivenduta a 90 euro. Al telefono gli arrestati utilizzavano un linguaggio criptico. La cocaina veniva chiamata "magliette" mentre l'hashish veniva chiamata "jeans scuri".

Il fratello di M.S è stato arrestato a Giulianova, mentre si recava ad acquistare della droga. Anche in questo caso fondamentale il ruolo della moglie, che non vedendo tornare il marito ha fatto sparire dalla loro casa piante di marijuana e bilancini, recuperati poi in un campo limitrofo.

In manette anche un noto spacciatore pescarese, G.E., accusato anche di estorsione ai danni di un tossicodipendente. L'uomo, pregiudicato, si occupava anche di spacciare durante la notte in alcuni bar di Pescara e Francavilla.

Durante l'operazione sono stati sequestrati circa 200 grammi di cocaina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manoppello: coca party e traffico di droga con la Campania: nove arresti

IlPescara è in caricamento