menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia e maltratta la moglie: pescarese condannato a 2 anni e 6 mesi finisce in carcere

Questa mattina gli agenti della questura di Pescara hanno raggiunto nel suo domicilio il 36enne e lo hanno condotto in carcere dopo la revoca della sospensione della pena

Ha maltrattato, picchiato e umiliato la moglie con calci, pugni e sputi arrivando ad interrompere il sostegno economico per lei e per i suoi figli. Per questo, un pescarese di 36 anni era stato condannato tre anni fa dal tribunale di Pescara a due anni e sei mesi per i reati di maltrattamenti contro familiari o conviventi e violazione
degli obblighi di assistenza familiare, sentenza divenuta irrevocabile il 24 aprile 2018.

Ieri, gli agenti della squadra volante si sono presentati al suo domicilio con l'ordine di esecuzione della pena emesso sempre dal tribunale di Pescara revocando la sospensione della pena disposta dal tribunale di sorveglianza dell'Aquila, conducendo l'uomo in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Attenzione al razzo cinese: l'ironia corre sul web [FOTO]

Attualità

Prenotazioni vaccini per la fascia 50-59 anni al via, ecco come fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento