rotate-mobile
Cronaca

Maltratta la nonna che finisce in ospedale: in manette 21enne di Pianella

Ad arrestarlo i carabinieri della stazione locale dopo che la donna, a quanto pare vittima di altri episodi di violenza gratuita e di vessazioni, li ha chiamati: per lei un trauma cranico e una prognosi di 8 giorni

Per mesi avrebbe perpetrato violenze psicologiche e fisiche alla nonna materna che, a marzo, gli aveva aperto le porte di casa dopo che era andato via da casa dei genitori, esasperati dai suoi gesti violenti. Per il giovane, un 21enne di Pianella, sono scattate ieri le manette. Ad arrestarlo in flagranza di reato, i carabinieri della stazione locale. Andare a vivere dalla nonna non avrebbe in alcun modo fatto cambiare atteggiamento al ragazzo. L'episodio peggiore risalirebbe al 21 giugno. 

Secondo quanto riferito dall'Arma il ragazzo, tornato a casa tardi pretendeva di tenere la televisione accesa per tutta la notte. La donna avrebbe cercato in tutti i modi di portarlo a letto, ma a quel punto il giovane sarebbe diventato violento e avrebbe iniziato a lanciarle contro bicchieri di vetro e suppellettili, ferendola alle gambe e costringendola a cercare rifugio a casa della figlia a Pescara. Nel pomeriggio di ieri, poi, l'ultimo episodio: il ragazzo avrebbe preteso di rientrare a casa, ma al diniego della nonna, l'avrebbe violentemente scaraventata a terra. A quel punto la chiamata ai carabinieri che hanno subito fermato il ragazzo e l'arrivo del 118: la donna ha riportato un trauma cranico e si trova adesso in ospedale con una prognosi di otto giorni. Il 21enne si trova nella camera di sicurezza del comando provinciale di Pescara in attesa del rito per direttissimo. Per la nonna e i genitori del ragazzo è la fine di un incubo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltratta la nonna che finisce in ospedale: in manette 21enne di Pianella

IlPescara è in caricamento