rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Maltratta animali e vende specie protette online, giovane denunciato

Un ragazzo di 21 anni di Santa Maria Capua Vetere domiciliato a Pescara è indagato per maltrattamento di animali dai carabinieri del Cites

Maltrattamento di animali e detenzione illegale e offerta in vendita di animali particolarmente protetti.
Queste le accuse delle quali dovrà rispondere un giovane di 21 anni originario di Santa Maria Capua Vetere ma domiciliato a Pescara.

A condurre, dal'inizio del 2018, le indagini sono stati i carabinieri del Cites di Pescara che sono partiti da un annuncio pubblicato su internet.

Il 21enne è stato denunciato ma è scattato anche il sequestro di un pitone reale (python regius), di 3 esemplari di tartaruga comune (testudo hermanni), e di 6 gabbie utilizzate per il trasporto e la detenzione di uccelli.

I militari dell'Arma hanno appurato come il giovane detenesse dei rettili senza la necessaria documentazione sulla loro provenienza, prevista da un regolamento comunitario del 1997, che sottopone alcune specie di animali da proteggere alle stesse regole della convenzione di Washington.

Inoltre gli animali sono risultati anche privi di acqua e cibo, chiuso in uno sgabuzzino senza finestre e usato come deposito di pezzi di ricambio per scooter. E tra questi trovavano riparo i carapaci.
Gli animali sequestrati sono stati affidati a una struttura di Lanciano idonea alla detenzione di tali rettili.

«Il monitoraggio del commercio al dettaglio e all'ingrosso delle specie protette», dichiara Giancarlo D'Amato il comandante dei carabinieri forestali di Pescara, «prosegue anche nelle pieghe delle vendite on-line, oltre che nei canali abituali, tra cui fiere di paese e commercianti fissi ed ambulanti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltratta animali e vende specie protette online, giovane denunciato

IlPescara è in caricamento