rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Maltempo a Pescara, problemi per la rimozione del fango nelle golene

Dopo i danni provocati dal maltempo, ora arrivano anche i grattacapi burocratici per la città di Pescara. A quanto pare, infatti, i fanghi nelle golene non possono essere rimossi immediatamente, in quanto vanno classificati ed analizzati

Pescara schiava del suo fiume, e della burocrazia.

Nuova beffa burocratica per la nostra città, che a quanto pare non potrà rimuovere facilmente e soprattutto rapidamente i fanghi che si sono accumulati dopo l'esondazione del fiume Pescara lungo le due golene.

La notizia arriva direttamente dall'amministrazione comunale. Il vicesindaco Fiorilli ha spiegato che occorre avviare una procedura abbastanza complessa, fondamentalmente simile a quella applicata ai fanghi del dragaggio, per la loro classificazione ambientale al fine di accertare con Arta, Asl e Forestale l'eventuale pericolosità.

Il vicesindaco ha spiegato che ha già convocato un tavolo per velocizzare le procedure, che potrebbero essere completate in qualche giorno.

Il sindaco Mascia, invece, durante un intervento all'assemblea di Confcooperative, ha parlato di una burocrazia e di norme paradossali che rendono difficile qualsiasi operazione. Si era pensato anche di stoccare i fanghi nell'ex Cofa, ma datosi che è occupata abusivamente da stranieri, per assurdo le procedure potrebbero rallentare in quanto la salute dei senzatetto potrebbe essere messa in pericolo

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo a Pescara, problemi per la rimozione del fango nelle golene

IlPescara è in caricamento