rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Maltempo, parchi cittadini chiusi anche mercoledì 4 dicembre

Pescara comincia a risollevarsi dopo l'ondata di maltempo che dalla notte di domenica ha colpito il capoluogo adriatico. Domani, oltre alle scuole, anche i parchi cittadini saranno ancora chiusi al pubblico

Pescara comincia a risollevarsi dopo l'ondata di maltempo che dalla notte di domenica ha colpito il capoluogo adriatico. Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia e l’assessore alla Protezione civile Fiorilli, al termine del briefing odierno convocato con tutte le Forze e le Funzioni della Protezione civile per tracciare un bilancio della situazione, hanno dichiarato:

“Il livello del fiume è cominciato pian piano a scendere, ma non è ancora rientrato completamento nel suo alveo, tanto che ancora stamattina le golene erano completamente invase dall’acqua. L'acqua ha iniziato a ritirarsi lasciando però, dietro di sé, una distesa di fango e detriti che ora richiederanno un’intesa opera di bonifica. La città deve ancora rientrare nella normalità e proprio per questa ragione abbiamo deciso di tenere ancora domani le scuole chiuse per gli studenti di ogni ordine e grado, mentre rientrerà regolarmente in servizio il personale, dunque dirigenti, docenti, operatori scolastici che con i nostri tecnici domani effettueranno un controllo a tappeto su tutti gli Istituti per verificarne la perfetta agibilità e soprattutto avvieranno la riaccensione degli impianti di riscaldamento, spenti da domenica, in modo da riportare a una temperatura adeguata, almeno 20 gradi, le aule”.

E domani resteranno ancora chiusi anche i parchi cittadini, per concedere agli agronomi del Comune il tempo necessario per una verifica accurata sulla stabilità delle piante in vista della riapertura degli spazi per giovedì 5 dicembre; resteranno invece chiusi al pubblico almeno sino al fine settimana la Riserva naturale dannunziana e la Riserva di Santa Filomena, dove i terreni non hanno ancora drenato tutta l’acqua in eccesso, creando uno strato di melma pericoloso per le radici dei pini.

Intanto già da stamane sono iniziate le opere di ripristino delle strade danneggiate dal maltempo: alcune sono tuttora chiuse al transito e alla sosta e opportunamente transennate, per altre sono venute fuori buche e crateri che con la massima urgenza si dovrà provvedere a sanare, così come andrà affrontato il problema delle 14 frane che si sono verificate su tutto il territorio con le opportune misure di ripristino e messa in sicurezza necessarie prima della riapertura al traffico delle strade interessate, come via Catani, strada Colle Breccia, dove, peraltro, nella serata di ieri è stata invitata la cittadinanza a lasciare momentaneamente, a scopo cautelativo, le proprie abitazioni per avere il tempo sufficiente per un attento monitoraggio del movimento franoso in atto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, parchi cittadini chiusi anche mercoledì 4 dicembre

IlPescara è in caricamento