rotate-mobile
Cronaca Montesilvano

Maltempo 13 novembre Pescara: esondazione del Saline, evacuazioni a Montesilvano e Città S.Angelo

Il fiume Saline ha rotto gli argini nella notte in diversi punti, fra Montesilvano e Città Sant'Angelo. Migliaia di persone sono state evacuate. L'acqua nei seminterrati raggiunge il mezzo metro

AGGIORNAMENTO ORE 20,30 Scuole aperte a Pescara domani 14 novembre. Il sindaco Mascia, infatti, ha deciso di far tenere le lezioni in tutte le strutture, considerando che la fase critica del maltempo è passata e che le previsioni meteo indicano un deciso miglioramento, anche se venerdì dovrebbe arrivare una nuova perturbazione.

Intanto a Montesilvano, scatta il servizio antisciacallaggio a seguito dell'evacuazione di circa 2.000 persone per la piena del Saline nella zona attigua agli argini del fiume.

I militari terranno sotto controllo attività e abitazioni, per evitare furti. Ci saranno anche carabinieri in borghese.

AGGIORNAMENTO ORE 15,30 Dopo l'ondata di maltempo delle ultime ore, con le piogge che sono parzialmente cessate a Pescara città, ora si guarda con preoccupazione la diga di Penne, dove l'acqua ha raggiunto i livelli di guardia. Il pericolo, infatti, è quello che possa essere aperta per permettere all'enorme mole di acqua di defluire a valle, creando disagi soprattutto a valle, considerando che il Saline, nella zona di Città Sant'Angelo e Montesilvano, è già esondato la notte scorsa in diversi punti. Qui, le ordinanze di evacuazione delle abitazioni limitrofe al fiume restano per ora in vigore, con i punti di raccolta allestiti in diverse zone e strutture della cittadina angolana. Proprio in quella zona si contano i danni più ingenti, con un camion che in serata è finito in acqua lungo una strada che costeggia il Saline ed è stato recuperato grazie all'intervento dei mezzi anfibi dei vigili del fuoco.

Intanto i sindaci dei comuni colpiti hanno richiesto lo Stato di Calamità Naturale, mentre le scuole domani, giovedì 14 novembre, resteranno chiuse a Penne e Città Sant'Angelo, con il sindaco di Pescara Mascia deciderà nel pomeriggio il da farsi.

In città, la zona più colpita dagli allagamenti è quella di Porta Nuova, dove l'acqua, in alcuni casi, ha raggiunto e superato il mezzo metro di altezza.

Le previsioni meteo parlano di altre 12 ore di maltempo, poi a partire da domani dovrebbe esserci un temporaneo miglioramento, con l'arrivo di una nuova perturbazione nella giornata di venerdì.

Maltempo 13 novembre 2013 diga di Penne

-------

Il fiume Saline ha rotto gli argini, ed è esondato nella notte in diversi punti fra Città Sant'Angelo e Montesilvano.

Il maltempo che continua a flagellare tutta la provincia di Pescara, non ha dato tregua nella notte e come temevano gli uomini della Protezione Civile, ci sono stati allagamenti causati dallo straripamento del fiume, con la diga di Penne in allarme rosso a causa dell'acqua che ha raggiunto per diverse ore i livelli di guardia.

Si temeva una possibile apertura della diga che avrebbe potuto causare un'esondazione più imponente a valle.

MALTEMPO: LA SITUAZIONE A PESCARA

Nella notte migliaia di persone sono state fatte evacuare dalle proprie abitazioni nell'area attigua al fiume, anche se da questa mattina la situazione sembra migliorare, con il ponte sul Saline lungo al SS16 aperto al traffico e i treni che circolano regolarmente.

MALTEMPO: TRENI RALLENTATI

MALTEMPO: RECUPERATO PESCHERECCIO

FIUMI D'ACQUA A SAN DONATO

LE PREVISIONI

Maltempo allagamenti Pescara 12 novembre 2013


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo 13 novembre Pescara: esondazione del Saline, evacuazioni a Montesilvano e Città S.Angelo

IlPescara è in caricamento