menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'arte "Naif" di Malika Ayane rapisce il Teatro Massimo

In scaletta tutti i suoi più grandi successi, da "Ricomincio da qui" a "Sospesa". La data pescarese del "Naif Tour 2015" (organizzata dall'Elite Agency Group) era sold out da settimane

L'arte di Malika Ayane rapisce, conquista e strega il pubblico che ieri sera ha riempito la Sala 1 del Massimo.

La data pescarese del "Naif Tour 2015" (organizzata dall'Elite Agency Group) era sold out da settimane, e la cantante italo-marocchina ha decisamente gradito tutto questo calore, ringraziando i presenti per aver scelto di assistere al suo concerto: "So che qui siete abituati ad ascoltare molta musica", ha detto Malika, dimostrando dunque di sentirsi onorata per tutti quegli spettatori (circa 1.000) accorsi a sentirla in massa.

Dopo un breve set della giovane Sofia Brunetta, che si è esibita nel foyer del teatro, si è entrati nel vivo dello show. L'apertura, sulle note di "Blu", ha subito riservato una sorpresa perchè la Ayane - simpatica e affabile per tutta la durata del live - si è presentata in scena spuntando dal centro della platea, con quattro ballerini ad attorniarla. E' stata poi la volta di "Tre cose", "Tempesta" e alcuni brani meno conosciuti che fanno parte dell'ultimo album, "Naif". Sul palco una band di 9 elementi, disposta a semicerchio sopra una pedana.

Su "Ricomincio da qui" c'è stato il consueto tripudio di applausi, mentre "Thoughts and clouds" ha chiuso la prima parte della performance; subito dopo, infatti, è arrivato il momento del "martellone", cioè di un gioco con cui Malika ha finto di scegliere a caso alcuni successi del passato. Sono scorse, così, hit del calibro di "Come foglie", "Neve casomai", "Sospesa" e "Cosa hai messo nel caffè".

E ancora, "Niente", "Controvento" (in una particolare versione per sola voce e xylofono), "Feeling better" e la bellissima "E se poi". Nel finale, "Senza fare sul serio" ha preceduto "Adesso e qui", che - lo ricordiamo - è valso all'artista il terzo posto all'ultimo Festival di Sanremo. Visibilmente soddisfatta per l'accoglienza che le è stata riservata, Malika Ayane si è poi congedata con "La prima cosa bella", che ha voluto intonare con "l'aiuto" di tutti i presenti.

SCALETTA

Blu

Tre cose

Tempesta

Medusa

Lentissimo

Ansia da felicità

Dimentica domani

Ricomincio da qui

Cose che ho capito di me

Mars

Thoughts and clouds

Come foglie

Neve casomai

Sospesa

Cosa hai messo nel caffè

Niente

Controvento

Feeling better

E se poi

Non detto

Chiedimi se

Senza fare sul serio

Adesso e qui

La prima cosa bella

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento