rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Malasanità: chirurgo pescarese rinviato a giudizio

Marco Basile, chirurgo presso l'Ospedale di Pescara, è stato rinviato a giudizio dal Gup di Pescara con l'accusa di omicidio colposo e falso. La vicenda riguarda la morte di un'anziana pugliese

Marco Basile, chirurgo presso l'Ospedale di Pescara, è stato rinviato a giudizio dal Gup di Pescara con l'accusa di omicidio colposo e falso.

La vicenda riguarda la morte di un'anziana pugliese avvenuta nel 2007, dopo che era stata sottoposta a ben tre interventi chirurgici consecutivi proprio da Basile.

In una prima fase delle indagini, il chirurgo era anche accusato della sparizione di un organo (il rene), della donna, ma successive perizie avevano dimostrato che in realtà l'organo, atrofizzato e di dimensioni molto contenute, non era stato mai asportato dal corpo.

Dovrà rispondere anche di negligenza ed impierizia professionale per alcuni ritardi fra il primo ed il secondo intervento, quando la donna era in condizioni critiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malasanità: chirurgo pescarese rinviato a giudizio

IlPescara è in caricamento