Coronavirus, il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica ha deciso un potenziamento dei controlli

Questo quanto deciso al termine della riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuta oggi pomeriggio, giovedì 12 novembre

Un rafforzamento dei controlli anti assembramenti in provincia di Pescara.
Questo quanto deciso al termine della riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuta oggi pomeriggio, giovedì 12 novembre.

A presiederla il prefetto Giancarlo Di Vincenzo.

Presenti il sindaco Carlo Masci, il capo di gabinetto della questura Patrizia Traversa, il comandante del Reparto operativo provinciale dei Carabinieri, Gaetano La Rocca, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Vincenzo Grisorio, il comandante della polizia municipale di Pescara, Danilo Palestini è il direttore generale della Asl, Vincenzo Ciamponi. È stato deciso di disporre un potenziamento dei controlli da parte delle forze dell’ordine per assicurare il rispetto delle misure derivanti dall’inserimento della regione Abruzzo, e quindi della provincia di Pescara, nell’area arancione.

Particolare attenzione è stata rivolta al controllo degli spostamenti tra Comuni e, ovviamente, soprattutto verso il capoluogo, al fine di verificare la sussistenza di comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute a giustificazione degli spostamenti in entrata e uscita. Specifica attenzione è stata anche dedicata al divieto di assembramenti. A tal riguardo, con particolare riferimento alla possibilità di usufruire della ristorazione con asporto, è stato richiamato il divieto, previsto dal vigente Dpcm, di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Il rispetto del divieto di assembramento verrà sollecitato anche attraverso l’utilizzo di impianti di diffusione sonora, al fine di richiamare l’attenzione delle persone al mantenimento del distanziamento.

«Nell’esprimere fiducia sul senso di responsabilità più volte manifestato dai cittadini nel corso dell’emergenza sanitaria», si legge in una nota della Prefettura, «si è in ogni caso convenuto di monitorare attentamente la situazione nel corso del prossimo fine settimana in modo da adottare misure più rigorose, qualora si dovesse rendere necessario. Si è inoltre deciso di costituire in Prefettura una cabina di regia che si riunirà almeno due volte a settimana, al fine di monitorare, attraverso l’esecuzione dei controlli, il rispetto delle misure vigenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento