rotate-mobile
Cronaca

Polizia in azione contro la ludopatia, controlli nei bar e nelle sale slot

Sono state contestate 2 violazioni amministrative per la mancanza di personale agli ingressi, addetto ai controlli, la cui presenza è invece indispensabile e prevista dalla legge. Le verifiche proseguiranno nelle prossime settimane

Martedì 23 e giovedì 25 ottobre, su disposizione del Questore Francesco Misiti, la Polizia ha effettuato controlli in varie sale da gioco del centro di Pescara per verificare il rispetto delle regole da parte dei gestori e monitorare i clienti, al fine di contrastare il fenomeno della ludopatia.

Gli agenti hanno verificato, in particolare, se nei locali ci fossero dei minori perché, come noto, il gioco è vietato a chi abbia meno di 18 anni. Sotto la lente d'ingrandimento anche il rispetto delle licenze e dei tariffari, nonché l’esposizione della cartellonista prevista dalla legge e riguardante gli avvisi sui danni da ludopatia.

Questo il bilancio dell'operazione:

  • controllate 10 attività con licenza di sala gioco
  • identificate 49 persone, di cui 36 intente a giocare
  • contestate 2 violazioni amministrative per la mancanza di personale agli ingressi, addetto ai controlli, la cui presenza è invece indispensabile per legge

Tra le persone identificate dagli agenti, è stata sorpresa una madre di 6 figli (tutti minori), beneficiaria di un provvedimento di sospensione della pena di 3 anni e 8 mesi perché in stato di gravidanza. La posizione della donna sarà adesso segnalata al Magistrato di Sorveglianza. 

I blitz della Polizia proseguiranno nelle prossime settimane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia in azione contro la ludopatia, controlli nei bar e nelle sale slot

IlPescara è in caricamento