rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Luciano Zerrilli resta in coma, indagini sui mancati soccorsi

Il giovane foggiano Luciano Zerrilli, aggredito da Claudio Spinelli a Pescara Vecchia, è ancora in coma farmacologico. Le sue condizioni restano gravi ma stabili. Ieri intanto il giovane ha ricevuto la visita di Testa e Mascia. La Procura indaga anche per i mancati soccorsi

Restano gravi, ma stazionarie, le condizioni di Luciano Zerrilli, il giovane di 22 anni originario del foggiano, in coma a seguito dell' aggressione subita da Claudio Spinelli, giovane pescarese di etnia rom.

Luciano è ancora in stato di coma farmacologico, ricoverato presso l'Ospedale di Pescara nel reparto di rianimazione. Secondo i medici, le lesioni più gravi sono quelle subite a seguito della caduta dopo il pestaggio. Il ragazzo infatti ha battuto violentemente la testa a terra.

Intanto, ieri il ragazzo ha ricevuto la visita di Guerino Testa e Luigi Albore Mascia, che hanno espresso la massima solidarietà alla famiglia del giovane, presente in ospedale fin dal giorno della tragedia, offrendo ogni genere di sostegno ai familiari, in attesa del risveglio dal coma.

La Procura di Pescara ha fatto sapere di essere intenzionata ad indagare per omissione di soccorso a seguito dei mancati soccorsi al giovane dopo l'aggressione.

Il video che ha mostrato a tutti, infatti, l'indifferenza generale dei passanti e dei testimoni sembra poter essere una prova documentata del possibile reato di omissione di soccorso.

La Polizia intanto ha già identificato il gruppo di amici di Spinelli che si è allontanato subito dopo il pestaggio. Il ragazzo verrà interrogato questa mattina.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luciano Zerrilli resta in coma, indagini sui mancati soccorsi

IlPescara è in caricamento