Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Lite al semaforo, fuori pericolo il ristoratore pescarese Antonio Cicalini

Buone notizie per il ristoratore 64enne ferito gravemente al termine di un diverbio stradale a Francavilla al Mare. La prognosi è stata sciolta

Prognosi sciolta per Antonio Cicalini, il ristoratore pescarese di 64 anni che lo scorso 25 ottobre finì in coma dopo essere stato aggredito e pestato a sangue da un ex pugile a Francavilla al Mare, per un banale diverbio stradale. L'uomo infatti sta meglio ed è in via di guarigione, come fanno sapere i medici che lo hanno curato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Pescara.

RISTORATORE AGGREDITO, ARRESTATO IL RESPONSABILE

Attualmente Cicalini si trova in ospedale a Popoli dove trascorrerà la fase della convalescenza. Lo scorso 9 novembre Sandro Mangifesta, l'uomo di Ortona che lo aggredì, è stato arrestato con l'accusa di lesioni personali gravissime e si trova agli arresti domiciliari. L'avvocato ha chiesto la revoca della misura cautelare: l'uomo, interrogato subito dopo i fatti, aveva sempre dichiarato di aver colpito con un solo pugno il ristoratore che si era procurato le lesioni durante la caduta a seguito del colpo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite al semaforo, fuori pericolo il ristoratore pescarese Antonio Cicalini

IlPescara è in caricamento