Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

La lite iniziata a Montesilvano per gelosia degenera nel pronto soccorso con un'incursione

Il tutto è iniziato in via Rimini con una donna che è stata ferita a un braccio con un coltello da una coppia: la ferita è stata poi raggiunta in ospedale dove si sarebbe scatenato il caos

Una lite iniziata in via Rimini a Montesilvano, dove una donna è stata ferita a un braccio con un coltello, ha avuto un secondo tempo nel pronto soccorso dove la ferita si era recata per farsi medicare.
I fatti si sono verificati nel pomeriggio della giornata di ieri, giovedì 12 gennaio.

La vicenda sarebbe iniziata quando una coppia (un uomo e una donna) sono andati in via Rimini per affrontare la donna per questioni sentimentali. 

Ma nel giro di poco la situazione è degenerata con la donna della coppia che è stata accoltellata ma in modo non grave. Sul posto si è così reso necessario l'intervento dei carabinieri che hanno riportato la situazione alla calma. La coppia si è poi diretta verso il pronto soccorso per far medicare la donna ferita ma sono stati raggiunti poco dopo. Infatti circa 10 persone si sono presentate nella struttura sanitaria per terminare quanto era iniziato in via Rimini. L'uomo viene individuato e raggiunto tra i pazienti in attesa e preso a pugni. Viene aggredita anche la guardia giurata e un'altra paziente in attesa finisce a terra. Terminato il blitz il gruppo si allontana mentre viene allertata la polizia che raggiunge il pronto soccorso dove erano stati vissuti minuti di vero panico. 
Sul caso sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri della Compagnia di Montesilvano.

Dunque un nuiovo episodio di violenza nel pronto soccorso che fa alzare nuovamente il livello dell'attenzione. «L’Ugl sicurezza civile Abruzzo a seguito dell’ennesimo accadimento in pronto soccorso a Pescara esprime la propria solidarietà alla guardia giurata coinvolta», fanno sapere dal sindacato, l’organizzazione sindacale provvederà a richiedere un immediato incontro con la direzione sanitaria per verificare la problematica della sicurezza che è diventata ormai uno dei problemi cardine dell’ospedale». 
«L’Ugl sanità auspica che finiscano queste violenze in pronto soccorso auspicando che la Asl aumenti sia il personale medico infermieristico che quello adibito alla vigilanza», concludono dal sindacato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lite iniziata a Montesilvano per gelosia degenera nel pronto soccorso con un'incursione
IlPescara è in caricamento