rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Ecografia per un rene all'ospedale di Pescara? Ci rivediamo a luglio 2019

La denuncia dell'associazione di consumatori "Contribuenti Abruzzo". Durissimo il presidente Donato Fioriti: "Questa cosa, umanamente e moralmente, è inaccettabile. Ci muoveremo formalmente e, laddove possibile, giuridicamente"

"Probabilmente la cosa non fa più notizia, ma umanamente e moralmente è inaccettabile attendere per un'ecografia al rene sino a luglio 2019, come riferitoci da un nostro dirigente di Montesilvano, oppure sostare 10-12 ore al pronto soccorso del nosocomio pescarese in attesa di una visita".

Così Donato Fioriti, presidente dell'associazione di consumatori "Contribuenti Abruzzo", che ha denunciato il fatto alla stampa.

"Quando l'apparato sanitario ha questi numeri e queste attese - spiega Fioriti - possiamo davvero dire che il servizio sanitario sia effettivamente operativo ed abbia provveduto ad espletare il suo compito, servendo l'utente? - aggiunge - Ci permettiamo di dubitarne e, unitamente all'associazione 'Tutela dei diritti dei malati' di Pescara, presidente Fiorella Cesaroni, ci muoveremo formalmente denunciando i casi di malasanità, non solo pubblicamente e moralmente, ma, laddove possibile giuridicamente, attraverso il nostro studio legale, e in particolare con l'avvocatessa Patrizia Pennese del foro di Pescara, che abbiamo già attivato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecografia per un rene all'ospedale di Pescara? Ci rivediamo a luglio 2019

IlPescara è in caricamento