rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Libri, due abruzzesi su tre non li leggono

Abruzzo terra di pochissimi divoratori di libri. Secondo uno studio Istat solo il 34% degli abruzzesi ha letto almeno un libro nel 2014, contro una media nazionale pari al 41,4%

In Abruzzo si leggono pochi libri, sia cartacei che online. E' quanto emerge da uno studio Istat condotto sui dati relativi al 2014. Solo il 34% degli abruzzesi, infatti, ha letto lo scorso anno almeno un libro. La media nazionale è del 41,4%.

Il 62,6% della popolazione con più di sei anni dunque non ha aperto alcun libro.  A leggere da quattro a sei libri è stato solo l'8,5% della popolazione, mentre la percentuale di chi ne divora da sette ad undici è del 5,1%.

Non va meglio per la lettura di ebook: il 7,9% della popolazione ne ha scaricato almeno uno, con appena il 15,5% di coloro che utilizzano internet che ne hanno acquistato o scaricato almeno uno nel 2014.

Per quanto concerne il business dell'editoria, in Abruzzo nel 2013 c'erano 29 editori attivi. Tredici sono nel chietino, 9 nell'aquilano, cinque nel teramano e solo due nel pescarese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libri, due abruzzesi su tre non li leggono

IlPescara è in caricamento