rotate-mobile
Cronaca San Silvestro

Lavori nella scuola di San Silvestro: il cantiere non sarà chiuso entro settembre

Ad annunciarlo il consigliere d'opposizione Seccia al termine del sopralluogo della Commissione nella scuola di San Silvestro. "Cuzzi ha mentito ai genitori, sapeva che i lavori non sarebbero terminati"

La scuola di San Silvestro non sarà pronta per accogliere gli alunni a settembre. E' quanto dichiarato dal consigliere d'opposizione Seccia a seguito del sopralluogo della Commissione comunale sul posto, dove è stato allestito il cantiere per i lavori di adeguamento sismico che però, a quanto pare, partirà in ritardo a causa di alcune problematiche riscontrate durante i carotaggi.

CUZZI SUL CANTIERE: "SECCIA NON INVESTI' NEMMENO UN EURO"

Seccia ha sottolineato come il capocantiere inizialmente non volesse far entrare i consiglieri comunali, ricordando che si tratta di pubblici ufficiali che hanno diritto e dovere di controllare ed ispezionare cantieri.

Alla fine è stato lo stesso Direttore Tavani ad autorizzare l’ingresso della Commissione consiliare, “e a confermare i nostri timori ovvero che quello della scuola di San Silvestro è un cantiere-fantasma o farsa. In sostanza l’architetto Tavani ha riepilogato i punti salienti del cantiere, ovvero l’adeguamento sismico dei pilastri della scuola, l’eliminazione della barriera esterna in laterizio, con la realizzazione di una nuova vetrata unica, l’isolamento termico e del solaio della scuola, la sostituzione della centrale termica e di tutti i termosifoni. Senonchè, secondo Tavani, fatto il progetto, fatta la gara d’appalto, aggiudicato il bando, sono venuti fuori i problemi perché, alcuni carotaggi, hanno fatto scoprire che 2 pilastri del piano terra, sottoposti a un precedente intervento di consolidamento, non sono stati rinforzati a dovere, e che su tutti i pilastri sono attaccati i vecchi tubi del riscaldamento, che dovranno essere rimossi

Seccia si chiede come mai l'assessore Cuzzi, conoscendo le problematiche del cantiere, abbia deciso di spostare i bambini il 26 marzo quando si poteva aspettare la fine dell'anno scolastico, evitando i disagi alle famiglie che dunque saranno costrette anche l'anno prossimo a portare i figli in via Rubicone.

E perché, ancora, l’assessore-Pinocchio Cuzzi il 12 aprile ha inscenato la pantomima della consegna di un cantiere, dando la scadenza dei 120 giorni, ben sapendo che la ditta non avrebbe mai potuto cominciare i lavori? Perché ha scelto di continuare a mentire ai genitori assicurando la fine dei lavori e la restituzione della scuola per il 10 agosto, quando oggi la ditta stessa ha precisato che le opere non finiranno mai per quella data, ma neanche per settembre, quindi gli studenti non svolgeranno nel plesso di San Silvestro l’anno scolastico 2018-2019?

Seccia infine ha fatto sapere di aver chiesto di poter acquisire tutte le carte convocando l'assessore Cuzzi in audizione alla prossima seduta della Commissione comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori nella scuola di San Silvestro: il cantiere non sarà chiuso entro settembre

IlPescara è in caricamento