rotate-mobile
Cronaca

Lancio di bottiglie e di altri oggetti contundenti contro le auto dei tifosi del Perugia, due feriti

Giovani in giro con le mazze ed esplosioni di bombe carta nella serata di lunedì 15 gennaio dopo la partita disputata nello stadio Adriatico-Cornacchia, l'intervento della polizia evita il peggio

Nella serata di lunedì 15 gennaio, alla fine della partita di calcio Pescara-Perugia disputato nello stadio Adriatico-Cornacchia, alcuni tifosi pescaresi sbucati da una strada che costeggia la rampa di accesso di San Silvestro della circonvallazione, avrebbero lanciato bottiglie e altri oggetti contundenti contro i veicoli della tifoseria ospite che, scortata dalle forze di polizia, era in movimento per fare ritorno a Perugia.
Il tempestivo intervento degli operatori impiegati sia nel dispositivo di scorta che a presidio lungo il percorso e le aree limitrofe ha consentito di interrompere il tentativo di assalto da parte della tifoseria pescarese contro quella umbra evitando che venissero a contatto e quindi scongiurando conseguenze più gravi sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Tre minivan della tifoseria del Perugia hanno riportato danni e due tifosi ospiti sono stati medicati per ferite riconducibili alla rottura dei vetri degli stessi mezzi di trasporto, con prognosi rispettivamente di 5 e 4 giorni.

Sono in corso indagini da parte della Digos per l’identificazione dei responsabili. Alcuni tifosi si sono poi allontanati nella zona del Villaggio Alcyone dopo sono stati ripresi con le mazze in mano mentre polizia e carabinieri erano sulle loro tracce. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lancio di bottiglie e di altri oggetti contundenti contro le auto dei tifosi del Perugia, due feriti

IlPescara è in caricamento