menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Spesa Sospesa, raccolti 1.350 kg di prodotti alimentari

Consegnato il carrello donato dalla Conad di via Milano al Banco Alimentare dell'Abruzzo. L'iniziativa è partita il 26 ottobre scorso e si è conclusa questa mattina

Tanta solidarietà e tanto buon cuore anche in questa quarta edizione de “La Spesa Sospesa”, la colletta alimentare - partita il 26 ottobre scorso e che si è conclusa stamani - organizzata dalla Conad di via Milano di Pescara, in sinergia con il Banco Alimentare Abruzzo. Sono stati raccolti ben 1350 kg di prodotti a lunga conservazione grazie alla generosità della clientela del supermercato. All'ingente quantitativo, che sarà destinato alle famiglie che vivono in condizioni di povertà in Abruzzo, è andato ad aggiungersi il carrello colmo di generi alimentari donato ieri dal direttore del punto vendita, Fabrizio Costantini, al presidente e al direttore del Banco Alimentare Abruzzo, Luigi Nigliato e Cosimo Trivisani.

“La continuità de 'La Spesa Sospesa', giunta alla quarta edizione, è la prova che ci sono iniziative che funzionano e che dovrebbero essere prese ad esempio – ha detto Nigliato – Grazie a questa colletta alimentare abbiamo la possibilità di migliorare la varietà e aumentare il valore nutrizionale dei prodotti che distribuiamo alle persone indigenti perché, ad esempio, vengono donate bottiglie di olio di oliva che, di solito, non sono presenti nel nostro paniere”.

Soddisfatto per l'andamento della colletta alimentare il direttore della Conad, Fabrizio Costantini: “La nostra clientela risponde sempre con straordinaria generosità alle sollecitazioni dei volontari del Banco Alimentare e questo ci rende particolarmente felici perché riteniamo che sia stato condiviso pienamente lo spirito dell'iniziativa - ha affermato - Tra tutti voglio ricordare una signora che ha donato un carrello pieno di generi alimentari del valore di oltre 50 euro. D'altronde, da ogni parte del Paese ci giungono esempi di questa forma di solidarietà e aiuto alle persone che vivono in condizioni di disagio. Il primo esempio è stato a Napoli con il 'caffè sospeso', poi c'è stato il pane, la pizza, i libri, i farmaci e l'ultimo, notizia di questi giorni, il parrucchiere, di nuovo a Napoli”.

In Abruzzo sono 38.600 i poveri assistiti dal Banco Alimentare attraverso una rete che comprende 211 strutture caritative. I prodotti raccolti con “La Spesa Sospesa” saranno così suddivisi nella distribuzione: quelli per l’infanzia verranno consegnati alla Casa della Mamma e del Bambino gestita dal Volontariato Vincenziano, gli altri saranno in parte messi a disposizione della mensa di San Francesco e in parte del Banco di Solidarietà di Pescara.

“Il 28 novembre ci sarà la colletta alimentare nazionale che è il più importante appuntamento per la nostra associazione – preannuncia Cosimo Trivisani – Quest'anno l'iniziativa verrà presentata con un lancio pubblico che avverrà a Milano il 12 novembre e che, probabilmente, andrà in diretta su TV2000”.

La prima edizione de La Spesa Sospesa, organizzata in occasione della Pasqua 2014, aveva consentito di raccogliere 900 kg di prodotti, saliti a 1.100 kg in occasione della seconda edizione, a ottobre 2014, e a 1200 kg nel marzo scorso, a ridosso delle festività pasquali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento