menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'inchiesta de IlPescara: cittadini divisi sui parcheggi della riviera

IlPescara ha realizzato un'inchiesta riguardante i parcheggi sul marciapiede della riviera nord. E' stato intervistato un campione di età compresa tra i 18 e 70 anni. I risultati mostrano come i cittadini siano divisi su questo delicato argomento, uno dei temi più caldi dell'estate 2009

Il neo sindaco Albore Mascia, come promesso in campagna elettorale, ha riaperto non solo la rampa dell’asse attrezzato chiusa dalla precedente giunta, ma ha anche concesso ai cittadini la possibilità di parcheggiare sui marciapiedi della riviera nord.

Dopo la protesta dei pedoni che ha destato non poche perplessità, IlPescara ha intervistato i cittadini, veri e propri fruitori della delibera.
“Lo spazio sulla riviera è innanzitutto dei pedoni e delle biciclette, se si autorizzano le persone a parcheggiare sui marciapiedi le persone dove passano?” dichiara una signora.

Di diverso parere è un gruppo di giovani bagnanti che invece pare aver apprezzato la decisione del Sindaco e ha dichiarato: “Abito dall’altra parte della città, vengo al mare in macchina, è comodo parcheggiare di fronte o comunque molto vicino allo stabilimento. La gente non capisce che i giovani vengono tutti al mare qui, dove possono parcheggiare se non sui marciapiedi?”

Il problema sembra quindi essere connesso ai bagnanti e alla loro necessità di trovare parcheggio vicino al proprio stabilimento, ma non tutti sono d’accordo: “Anche io vengo al mare in macchina e ho due bambini, ma io parcheggio in una di quelle stradine interne e arrivo in spiaggia a piedi, sono la prima a non usare i parcheggi sul marciapiede, in nessuna via della città, perché poi i pedoni non passano, è giusto che io debba scendere in strada con il passeggino, solo perché qualcuno ha parcheggiato sul marciapiede.”

I cittadini sembrano non avere un’opinione univoca, come sempre c’è chi dice si e chi dice no, qualcun altro propone una soluzione alternativa ed ecologica, che prevede l’uso delle biciclette o degli autobus.

“Nelle grandi città ci siano parcheggi sotterranei o a più piani, perché non costruirne qualcuno? Magari poi si fornisce un servizio efficiente di bus navetta… poi parliamoci chiaro, il traffico d’estate sulla riviera c’è sempre stato e sempre ci sarà."

Pare proprio che il problema non sia solo quello dei parcheggi, ma il traffico, che è aumentato perché sulla costa si sono riversati molti aquilani, ovviamente con tutto il rispetto per la loro situazione, questi, a detta dei cittadini, avrebbero contribuito ad intasare le strade “L’amministrazione non capisce che fin quando non verrà offerta ai cittadini una valida alternativa all’automobile, ci saranno sempre problemi di parcheggio e di traffico!”

Non tutti sembrano essere toccati dal problema, molti signori anziani dichiarano di non frequentare quella zona, altri danno la colpa ai cittadini “La verità è che la gente è troppo pigra!Dove si è visto mai che sulla riviera si possa parcheggiare sui marciapiedi, vogliamo essere moderni e allora andiamo a vedere cosa succede nelle altre città, siete mai stati sulla Riviera delle Palme?”

Dichiarazioni che fanno pensare, dichiarazioni discordanti, ma dopo tutto questa è la democrazia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento