menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'associazione "Il Popolo di Montesilvano" ha incontrato Luciano Zerrilli

L'associazione "Il Popolo di Montesilvano", assieme ad alcuni volontari della Croce Rossa, ha incontrato nei giorni scorsi Luciano Zerrilli, il ragazzo aggredito dal rom Claudio Spinelli a Pescara Vecchia. Presto verrà dimesso dall'ospedale

zerrilli"L'Ass. "Il Popolo Di Montesilvano" ha incontrato Luciano Zerilli, il giovane di 22 anni di Biccari (in provincia di Foggia), colpito da due pugni in piazza Unione a Pescara.

In questi giorni siamo stati vicini a Luciano e alla sua famiglia. Ormai fuori pericolo e in via di dimissione , lo abbiamo incontrato e dopo esserci informati di quale fosse la sua passione, cioè "il calcio", e quali le squadre a lui care (MILAN e Foggia) le abbiamo contattate e queste hanno fatto recapitare a "IL POPOLO DI MONTESILVANO " le maglie dei giocatori da consegnare a Luciano.

Il Presidente dell'U.S. Foggia oltre alla maglia autografata da tutti i giocatori, ha voluto inviare anche una lettera dove c'era scritto "FORZA LUCIANO TI ASPETTIAMO A CASA"…Le maglie sono state consegnate personalmente dal presidente dell'associazione "Il popolo di motesilvano" Lorenzo Silli, sotto gli occhi commossi dei genitori, che ci hanno ringraziato per la solidarietà dimostrata al giovane figlio.

Grazie alla disponibilità del Presidente Provinciale della Croce Rossa Italiana di Pescara l'Avv. Fabio Nieddu , all'incontro c'erano anche i volontari della c.r.i. di Pescara che hanno soccorso Luciano in quella tragica sera, e anche loro oltre a portare i saluti del Presidente Avv. Nieddu , hanno voluto donare una maglia, naturalmente, della croce rossa italiana di Pescara.

"La nostra associazione, ha detto il Presidente dell'associazione "Il Popolo di Montesilvano", condanna fermamente la gravissima aggressione verificatasi in piazza Unione ai danni di luciano zerrilli e il susseguirsi di aggressioni che si sono verificate in altre occasioni.

Chiediamo alle Forze dell'Ordine di aumentare i controlli e avviare prevenzioni , per assicurare il rispetto della legalità e delle regole, "abbiamo espresso la massima solidarieta' nei confronti del giovane aggredito e della sua famiglia che ha vissuto ore di angoscia per le gravi condizioni in cui versava il ragazzo.

Siamo per il rispetto delle regole e della legalità e faremo il possibile per far si che le Istituzioni attivino misure di controllo tese a prevenire il verificarsi di tali episodi di violenza, episodi che di fatto, accadono periodicamente sia come violenza fisica che come violenza psicologica."

(nella foto, al centro Luciano Zerrilli)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento