rotate-mobile
Cronaca Stadio

Jovanotti, successo all'Adriatico per "Lorenzo negli stadi 2015"

E' stato un autentico successo l'unico appuntamento abruzzese di "Lorenzo negli stadi 2015", il tour di Jovanotti che ieri ha fatto tappa all'Adriatico di Pescara

E' stato un autentico successo l'unico appuntamento abruzzese di "Lorenzo negli stadi 2015", il tour di Jovanotti che ieri ha fatto tappa all'Adriatico di Pescara (foto Giada Di Blasio). Forse il più completo dei tre spettacoli che il rapper di Cortona ha portato nella nostra città negli ultimi cinque anni (si era esibito allo stadio anche nel 2011 e nel 2013, sempre durante il mese di luglio).

Se infatti l'Ora Tour era sembrato talvolta troppo sbilanciato verso le canzoni dell'allora ultimo album e con un utilizzo forse eccessivo della realtà aumentata e di altri effetti visivi, il "Lorenzo negli stadi 2013" aveva mostrato un maggiore equilibrio, che il live di ieri sera ha ulteriormente affinato.

E così, tra divertenti filmati che mostravano special guest quali Ornella Muti, Fiorello e Carlo Conti, una band affiatatissima di 11 elementi e la solita, consueta grinta di Jova, è andata in scena un'esibizione decisamente buona, esaltata da un palcoscenico gigante (e persino parlante!) a forma di tuono.

"GRAZIE, PESCARA!" - "Pescara Stadio Adriatico 22 luglio 2015! Grazie!", ha scritto oggi su Facebook Jovanotti, che ieri - sempre tramite social network - aveva invitato i suoi fans a idratarsi perchè "a Pescara fa moltissimo caldo". La temperatura alle 14, quando lui ha effettuato il soundcheck, sfiorava i 40 gradi, ma poco è importato ai fedelissimi, appostati dalle 9 sotto al sole con tanto di ombrelli in attesa che aprissero i cancelli.

LE CANZONI - Nella scaletta, aperta da "Penso positivo", hanno trovato spazio molti successi del passato come "Attaccami la spina", "Il più grande spettacolo dopo il big bang", "Bella", "Stella cometa", "Fango", "Non mi annoio", "Estate" e "Serenata rap". Come sempre travolgente "L'ombelico del mondo", ma dal vivo hanno retto bene anche i nuovi singoli "Sabato", "L'estate addosso" e "Gli immortali", quest'ultimo eseguito nei bis prima del gran finale con "Ti porto via con me". L'artista, che in due ore e mezzo di performance non si è mai risparmiato, è stato convincente persino nei brani più romantici, inanellando un bel trittico con "Le tasche piene di sassi", "Come musica" e "A te". Si è però soprattutto ballato, e in tal senso non sono mancate all'appello "Tutto l'amore che ho", "La notte dei desideri", "Tensione evolutiva", "Mezzogiorno" e "Ragazzo fortunato", su cui si è scatenato un autentico delirio, con Jovanotti che è sceso in mezzo al pubblico per sentirne da vicino l'abbraccio. Una notte speciale per Pescara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jovanotti, successo all'Adriatico per "Lorenzo negli stadi 2015"

IlPescara è in caricamento