rotate-mobile
Cronaca Montesilvano

Li ipnotizzavano e li derubavano, denunciati: avevano colpito anche a Montesilvano

Nei guai un pakistano e un'iraniana. Facevano tutto questo per sottrarre gli incassi di alcune attività commerciali: i Carabinieri di Numana (Ancona) hanno fermato una scia di colpi tra Marche, Abruzzo, Emilia Romagna e Toscana

Li ipnotizzavano e li derubavano: con l'accusa di concorso in rapina sono stati denunciati a piede libero un pakistano e un'iraniana, entrambi 20enni e residenti nell'hinterland romano. I due stranieri avevano agito anche in alcune attività commerciali di Montesilvano: riuscivano in qualche modo a ipnotizzare le loro vittime, e poi si facevano consegnare l’incasso.

Li hanno fermati i Carabinieri di Numana (Ancona), sgominando una scia di colpi che erano stati messi a segno dalla coppia tra Marche, Abruzzo, Emilia Romagna e Toscana.

I militari dell’Arma hanno individuato l'auto usata dai rapinatori, un’Alfa Romeo 159 con targa francese, per risalire ai due, che sono stati poi riconosciuti dai derubati con individuazione fotografica. In Abruzzo, secondo quanto accertato dagli investigatori, il pakistano e l'iraniana avevano colpito altresì a Teramo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Li ipnotizzavano e li derubavano, denunciati: avevano colpito anche a Montesilvano

IlPescara è in caricamento