menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli interinali Attiva avviano una raccolta firme tra i cittadini

Quinto giorno di sit-in dei lavoratori, accampati con alcune tende di fronte a Palazzo di Città per protestare contro la mancata stabilizzazione dopo 8 anni di lavoro. Occupata l'aula consiliare

Quinto giorno di sit-in degli interinali di Attiva (foto Michele Raho) che da sabato scorso sono accampati con alcune tende di fronte a Palazzo di Città, in piazza Italia, per protestare contro la mancata stabilizzazione dopo otto anni di lavoro prestato per la municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti e della pulizia di Pescara.

Da questa mattina i lavoratori, con un banchetto sistemato davanti al Comune, hanno iniziato una raccolta di firme fra i cittadini per solidarietà.

Chieste anche le dimissioni del sindaco Marco Alessandrini.

Oggi pomeriggio, dopo un incontro con i capigruppo in consiglio comunale, al quale hanno partecipato anche il sindaco Alessandrini e il vice Enzo Del Vecchio, gli interinali hanno occupato l'aula consiliare dalle 14.30 alle 17.30. Poi sono andati in Prefettura chiedendo di incontrare il prefetto Francesco Provolo, che era però fuori sede.

L'incontro, ha poi assicurato telefonicamente il prefetto, si terrà venerdì prossimo. I lavoratori chiedono che entro sabato venga inviato alla Corte dei Conti il quesito riguardante la procedura di conciliazione per arrivare alla stabilizzazione dei contratti di lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento