Inseguimento con sparatoria e auto ribaltata (2 feriti), arrestato un giovane

Questo il bilancio dell'inseguimento con sparatoria avvenuto nella serata di ieri, sabato 4 gennaio, tra Pescara e Santa Teresa di Spoltore

Due persone, padre e figlio (di 9 anni) feriti in un'automobile ribaltata, 3 colpi di pistola sparati verso l'alto dai carabinieri e un giovane tratto in arresto.
Questo il bilancio dell'inseguimento con sparatoria avvenuto nella serata di ieri, sabato 4 gennaio, tra Pescara e Santa Teresa di Spoltore

I militari dell'Arma hanno arrestato un giovane di 24 anni di Manoppello che dopo aver rubato un'Alfa Romeo Giulietta ha iniziato una folle fuga per fuggire dai carabinieri.

Il tutto è iniziato alle ore 20:50 in via Tiburtina all'altezza del Ferro di Cavallo dove i militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Pescara, agli ordini del tenente Giovanni Rolando, hanno notato l'automobile ferma in sosta la quale, subito dopo, ha iniziato a percorrere ad elevata velocità l’arteria stradale, imboccando via Lago di Capestrano. Come reazione i carabinieri, con l’utilizzo delle sirene bitonali e della paletta segnaletica hanno invitato il conducente a fermarsi, ma il fuggutivo, raggiunta via Aterno ha aumentato ancor di più la velocità nonostante i ripetuti inviti, provando anche a speronare il mezzo militare. 

Dopo aver attraversato tutta via Aterno nell’immettersi sulla strada statale 602, la Giulietta, dopo aver sbandato, ha colpito in pieno con il proprio lato sinistro, una Volkswagen Tiguan di colore bianco che, a causa del forte impatto si è ribaltata finendo sul marciapiedi. All’interno della Tiguan erano presenti N.G. di 51 anni e il figlio N.A. di anni 9. Tutti e due sono stati accompagnati con l'ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale civile di Pescara. La scena è stata notata dai militari che inseguivano il fuggitivo e cercando di raggiungere il conducente della Giulietta, che nel frattempo era sceso dal veicolo, hanno notato che lo stesso impugnava con la mano destra un oggetto che per conformazione lasciava presumere il possesso di un’arma da fuoco. Per questa ragione, uno dei militari, allo scopo di porre fine alla fuga ha sparato, non a bersaglio, ma verso l’alto 3 colpi dalla propria pistola di ordinanza.

Ma il fuggitivo ha ignorato l'esplosione dei colpi e di corsa a piedi ha provato a scappare verso le vicine campagne, ma è stato prontamente bloccato da una pattuglia del Radiomobile della Compagnia carabinieri di Montesilvano arrivata sul posto per rinforzo. Il ragazzo in fuga è stato poi identificato per G.S. 24enne, residente a Manoppello, che è stato dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. In seguito è stato anche accertato inoltre che il fuggitivo era privo di patente di guida poiché mai conseguita e che indosso, aveva 0,60 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, che, a suo dire aveva acquistato al Ferro di Cavallo, prima di essere notato dai militari.

A seguito di visite mediche, N.G. ha riportato un trauma toracico chiuso con frattura della VI e VII costola destra e infrazione del processo xifoideo, lussazione gleno omerale a destra, giudicato guaribile in 25 giorni, mentre il figlio N.A. di 9 anni, tuttora ricoverato nel reparto di Pediatria del nosocomio di Pescara per trauma cranico e poli contusivo.

L’arrestato dopo le previste formalità è stato rinchiuso nelle camere di sicurezza del Comando Carabinieri di Pescara in attesa del rito direttissimo, fino alla mattina di domani, lunedì 6 gennaio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

inseguimento sparatoria spoltore auto ribaltata-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente in mare morde bagnino a una mano, intervengono i carabinieri forestali

  • Dramma a Cappelle sul Tavo: si toglie la vita dopo la morte del figlio in un incidente

  • Poliziotta pescarese morta in casa, era madre di due figli

  • Tragedia a Scafa: schianto mortale per un motocilista lungo la sp63

  • Autostrada A14 nel caos, 8 km di coda prima del casello di Pescara Nord/Città Sant'Angelo

  • Affidamento degli eventi del Comune: arresti domiciliari per Di Pietrantonio e gli ex assessori Cuzzi e Di Carlo

Torna su
IlPescara è in caricamento