menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inquinamento, Legambiente: "Investire sul trasporto pubblico"

Legambiente ha diffuso nei giorni scorsi il rapporto "Mal'Aria di città", uno studio riguardante i dati registrati nei capoluoghi provinciali in merito all'inquinamento atmosferico ed al superamento dei limiti consentiti dalla legge. Sono 60 i giorni in cui Pescara ha superato i limiti consentiti dalla legge

cartello-qualita-aria-pescaraLegambiente ha diffuso nei giorni scorsi il rapporto "Mal'Aria in città", lo studio riguardante i dati statistici rilevati nei capoluoghi provinciali italiani per quanto riguarda l'inquinamento atmosferico ed il superamento dei limiti consentiti dalla legge durante il 2009.

Per quanto riguarda Pescara, sono 60 i giorni in cui, nel 2009, la città ha superato i valori massimi consentiti. Il capoluogo adriatico si colloca a metà della classifica nazionale. Ogni anno, la legge consente ad ogni città di superare i limiti per un massimo di 35 giorni.

"Il traguardo di un livello accettabile della qualità dell’aria è purtroppo ancora lontano – commenta Angelo Di Matteo, presidente di Legambiente Abruzzo – e molte sono ancora le azioni da intraprendere da parte delle amministrazioni locali e dal governo centrale per contribuire a migliorarla. A Pescara, in particolare, ancora si fa troppo poco per alleggerire l’area urbana dal traffico dei veicoli privati: le attuali condizioni di congestione dell’intera area metropolitana incidono ancora negativamente sui tempi di spostamento, sulla qualità dell’aria e sui livelli di rumore".

Legambiente, quindi, auspica per Pescara un rafforzamento e potenziamento deciso dei mezzi di trasporto pubblico, affinchè i cittadini siano invogliati a lasciare l'auto a casa utilizzando tutti i mezzi pubblici oppure la bicicletta, con un potenziamento della rete ciclabile cittadina.

"In occasione del Treno Verde 2009, lo scorso marzo, i volontari di Legambiente sono scesi tra le vie di Pescara, per contare i veicoli che transitavano “abusivamente” sulle corsie destinate agli autobus pubblici. Il risultato del rilevamento effettuato in tre punti diversi della città è stato disastroso: in un’ora di monitoraggio (dalle ore 11 alle 12) si è arrivati complessivamente a 976 infrazioni, che riguardavano automobili, motorini e camion", commenta Antonio Sangiuliano, della segreteria regionale di Legambiente.

tabella1

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento