menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pessime condizioni igieniche, sospeso ingrosso di bevande e alimenti allagato e senza pavimento: bloccate 22 mila bottiglie

I militari dell'Arma hanno trovato all'interno dell'attività (il cui nome non è stato svelato), tra l’altro priva di registrazione e comunicazione all’autorità sanitaria pessime condizioni igieniche della struttura

Un deposito all'ingrosso di alimenti e bevande della provincia di Pescara è stato chiuso dopo un'ispezione dei carabinieri del Nas. 
I militari dell'Arma hanno trovato all'interno dell'attività (il cui nome non è stato svelato), tra l’altro priva di registrazione e comunicazione all’autorità sanitaria pessime condizioni igieniche della struttura. 

Per il titolare è scattata la segnalaziozne alle autorità competenti.

Nelle struttura sono state rilevate infiltrazioni di acqua nei locali di deposito che ne causava il ristagno per un’altezza di circa 10 centimetri, mancanza di pavimentazione e di pareti non lavabili.

Il titolare aveva anche omesso di attuare il piano di autocontrollo Haccp. Intervenuta immediatamente la Asl di Pescara, è stata disposta la sospensione dell’intera attività e il blocco assoluto della commercializzazione di oltre 22mila bottiglie di vino e superalcolici, oltre a numerosi altri prodotti che non sono stati quantificati per non compromettere l’incolumità dei militari intervenuti.
Il valore della struttura vincolata ammonta a circa 300mila euro, mentre i prodotti bloccati sono pari a 450mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Giardino

    Coltivare una lattuga dai suoi scarti: ecco come fare

  • Arredare

    Divano: come scegliere quello giusto senza errori

  • Arredare

    Bagno cieco: cosa serve per renderlo efficiente

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento