Influenza A: in arrivo la brochure informativa del Comune

Una dispensa pratica, semplice e leggera da distribuire in città, per dare una corretta informazione riguardo l'influenza A. Da lunedì, il Comune provvederà a distribuire le brochure, realizzate in collaborazione con la Asl. "La situazione è sotto controllo" ribadise Albore Mascia

"Una brochure informativa semplice, pratica e leggera a disposizione dei cittadini pescaresi, che verrà distribuita in 150 mila copie presso uffici pubblici, scuole, studi medici e farmacie della città."

Così il sindaco di Pescara Albore Mascia ha illustrato la dispensa che a partire da lunedi' sarà possibile ritirare e consultare presso numerosi edifici e luoghi pubblici, realizzata in collaborazione con la Asl di Pescara.

"Proprio oggi ho ricevuto una nota da parte del Prefetto Orrei riguardante la situazione dei contagi a Pescara: il prefetto ha invitato le istituzioni pubbliche a non creare allarmismi inutili, ed a provvedere alla chiusura delle scuole solo se vi saranno delle condizioni molto serie che renderanno inevitabile il provvedimento. Tra l'altro, in base agli ultimi dati ricevuti, la situazione rimane ampiamente sotto controllo: non siamo assolutamente in uno stato d'emergenza" ha ribadito il sindaco.

All'incontro erano presenti gli assessori alla Pubblica istruzione Roberto Renzetti, alle Politiche sociali-Prevenzione Guido Cerolini, il dottor Giustino Parruti, primario del Dipartimento infettivi dell’ospedale civile di Pescara, la dottoressa Carla Granchelli, dirigente del Dipartimento di Prevenzione ed epidemiologia, il dottor Enrico Lanciotti, Presidente dell’Ordine dei Medici, e Francesco Simoncelli, Presidente di Federfarma.

Mascia ha sottolineato come l'amministrazione comunale non si sia fatta trovare impreparata rispetto all'influenza A, ricordando come già sia iniziata la distribuzione dei flaconcini di gel disinfettante presso le scuole, e l'ulteriore diffusione delle brochure sarà un passo fondamentale per informare correttamente i cittadini.

L'assessore Cerolini ha ricordato come sia necessario rivolgersi al proprio medico dopo le prime 72 ore di febbre persistente, il quale valuterà la situazione e deciderà eventuali provvedimenti ospedalieri. E' opportuno restare a casa almeno 48 ore dopo la completa scomparsa dei sintomi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento