menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Influenza A: tre ricoveri a Pescara, psicosi fra le mamme

Secondo gli esperti, l'influenza A sta raggiungendo il picco massimo di contagi. Tre i ricoveri all'ospedale di Pescara, presi d'assalto gli studi dei pediatri, boom di richieste al Pronto Soccorso. Ma la dottoressa Granchelli rassicura: "Nessun allarme, è un'influenza molto contagiosa ma clinicamente non grave"

Nel pescarese è iniziata la psicosi per l' influenza A . Il virus H1/N1 è ormai arrivato prepotentemente anche nell'hinterland di Pescara, ed aumentano in modo esponenziale i contagi, soprattutto fra i  bambini.

Proprio le mamme, secondo i medici delle Asl, sono quelle più preoccupate per l'eventuale contagio dei propri figli, in quanto l'influenza A sembra avere come sintomi la febbre molto alta, che in alcuni casi ha raggiunto i 40/41 gradi.

Gli studi dei pediatri sono stati letteralmente presi d'assalto, così come i Pronto Soccorsi dei tre nosocomi del pescarese.

Al Santo Spirito di Pescara, sono stati ricoverati tre pazienti presso il reparto di malattie infettive, ma le loro condizioni di salute non desterebbero preoccupazioni.

La stessa Asl ha fatto sapere che il virus dell'influenza A, in questi giorni, sta raggiungendo il picco massimo di contagi. "Le persone possono stare tranquille: non è necessario portare i possibili malati all'ospedale appena si registrano i sintomi sospetti. E' sufficiente un primo screening telefonico, al quale seguirà la visita del proprio medico di famiglia" dichiara la pediatra Concetta De Palma.

"Il virus si dimostra molto contagioso, ma a livello clinico non è assolutamente grave. L'isolamento ospedaliero è necessario non tanto per la forza del virus, ma per il potenziale fattore di trasmissione molto alto. Per questo stiamo studiando la possibilità di realizzare delle corsie preferenziali al Pronto Soccorso per i pazienti affetti da virus H1/N1." afferma Carla Granchelli, dell'Ospedale di Pescara.

A partire dal 10 novembre inizieranno le vaccinazioni per le categorie a rischio: a disposizione, in totale, ci saranno circa 100mila vaccini per i pescaresi.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento