rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

Tre gli indagati per l'assalto ai tifosi del Pescara prima della partita con il Lecce: furono 4 i feriti

Si è conclusa l’inchiesta sull’aggressione avvenuta il 31 marzo del 2019 ai danni dei tifosi biancazzurri avvenuta lungo la superstrada che da Brindisi porta a Lecce: gli indagati inizialmente erano 17

Sono scesi a 3 dagli iniziali 17 gli indagati per l'assalto ai tifosi del Pescara lungo la superstrada che da Lecce porta a Brindisi del 31 marzo del 2019, come riferisce LeccePrima.
L'assalto, in seguito al quale rimasero ferite 4 persone, si verificò all'altezza dello svincolo Torchiarolo-San Pietro Vernotico.

Ai tre giovani di 27, 30 e 29 anni nelle scorse ore è stato notificato l’avviso di conclusione dell’inchiesta e tutti e tre sono all'obbligo di dimora.

Secondo l’accusa, questi, intorno alle ore 20, un’ora prima della partita in programma nello stadio Giardiniero di via del Mare, con almeno altri cinquanta complici non ancora identificati, mentre sopraggiungeva il convoglio composto da sette minivan, auto e un pullman con i supporter della squadra avversaria, sbucarono dalle siepi e armati di mazze, spranghe e fumogeni, grosse pietre e torce luminose, invasero la carreggiata danneggiando i mezzi, uno dei quali fu anche incendiato. In quattro abruzzesi riportarono lesioni e tra questi ad avere la peggio fu il conducente dell’autobus, che mentre si dava alla fuga a piedi, fu raggiunto alla testa da un sasso, riportando ferite giudicate guaribili in non meno di 15 giorni.

Nella prima fase erano 17 gli indagati, ma a seguito degli accertamenti svolti nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal pubblico ministero Alessandro Prontera, nello specifico quelli finalizzati a individuare profili genetici dei sospettati sul materiale sequestrato dalla polizia sul luogo dell’aggressione (passamontagna, un casco, tubi metallici, mazze di ferro e legno, bottiglie di vetro vuote, guanti e artifizi pirotecnici), la posizione di 14 di loro è stata stralciata. La Procura ha invece proceduto per gli altri che, adesso, avranno venti giorni di tempo per chiedere di essere interrogati o produrre memorie difensive attraverso gli avvocati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre gli indagati per l'assalto ai tifosi del Pescara prima della partita con il Lecce: furono 4 i feriti

IlPescara è in caricamento