menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morte Jhonny Morelli: autista patteggia 2 anni

Ha patteggiato una pena di 2 anni l'autista dell'autobus Gtm che la sera dell'11 giugno 2014 travolse Jhonny Morelli, 30enne di Cepagatti morto sul colpo. L'autista era passato con il rosso e senza dare precedenza

Due anni con pena sospesa. Questa la condanna patteggiata dall'autista della ex Gtm ora Tua, nell'ambito del processo per la morte di Johnny Morelli, il 30enne di Cepagatti morto l'11 giugno 2014 per un terribile incidente stradale avvenuto lungo Corso Vittorio Emanuele, all'altezza di Piazza Duca.

L'autista ha anche avuto il ritiro della patente per due anni. L'accusa è di i omicidio colposo e di lesioni personali colpose. L'uomo stava guidando l'autobus 7C proveniente da San Silvestro, e dopo il ponte Risorgimento non si è fermato al semaforo ed ha svoltato con il rosso verso via Caduta del Forte. In quel momento sopraggiungeva Morelli che viaggiava a bordo della sua moto con una 26enne, rimaste ferita.

Troppo violento l'impatto, considerando che l'autista non ha nemmeno dato la precedenza al tatuatore. Il 30enne è morto sul colpo. Fondamentali per le indagini, le immagini delle telecamere presenti all'interno dell'autobus e la mappatura dei semafori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento