rotate-mobile
Incidenti stradali

Incidente a Brecciarola, l'uomo voleva suicidarsi ed uccidere la fidanzata?

Emergerebbe una verità inquietante dietro l'incidente di domenica scorsa a Brecciarola, durante il quale è rimasto gravemente ustionato un 38enne di Turrivalignani e ferita la sua fidanzata di 23 anni. Lo schianto sarebbe stato volontario

Verità shock, ancora tutta da verificare, per l'incidente di Brecciarola?

Secondo Il Centro, dietro il tragico schianto di domenica scorsa, nel quale è rimasto gravemente ustionato un 38enne di Turrivalignani e ferita la fidanzata 23enne, ci sarebbe un atto volontario.

A quanto pare proprio la ragazza, ricoverata in ospedale, avrebbe raccontato di un brutto litigio avuto con l'uomo poco prima ad una festa a Pescara, e del tragico e folle gesto del compagno che avrebbe volontariamente cercato lo schianto in uscita dall'asse attrezzato, per suicidarsi e provocare la morte della ragazza.

L'uomo è ricoverato in condizioni gravissime presso l'Ospedale di Bari: ha ustioni sull'80% del corpo e le possibilità che sopravviva sono poche. Ad avviare le indagini la Polizia Stradale di Chieti, con la Procura che avrebbe indagato l'uomo per omicidio colposo. Durante tutto il lungo tragitto sull'Asse Attrezzato, in base al racconto della ragazza, i due avrebbero litigato animatamente tanto che la ragazza aveva deciso di riprendersi le sue cose a casa dell'uomo e poi tornare nella sua abitazione a Pescara.

Ma il 38enne avrebbe deciso di farla finita prima, sterzando volontariamente fuori dalla carreggiata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente a Brecciarola, l'uomo voleva suicidarsi ed uccidere la fidanzata?

IlPescara è in caricamento